VIAGGIO NELLA BABILONIA MODERNA: alla scoperta di Israele

Un proverbio indiano dice:

“Viaggiando alla scoperta dei paesi troverai il continente in te stesso”


Credo non ci sia nulla di più vero: per me il viaggio rappresenta molte cose, in primis tornare bambina.

Per i bambini infatti, nulla è scontato, tutto è nuovo e io quando viaggio, guardo al mondo con occhi increduli, sentendomi piccola piccola.

travel-blogger-israel-4

Cosa mi porta a viaggiare? La curiosità! 

Ho bisogno di cose nuove, vedere nuovi paesaggi, ascoltare nuove storie, sentire nell’aria profumi diversi.
Stupirmi, per poi rendermi conto di quante cose ancora devo vedere! 

Perché viaggiare ti spinge a farlo ancora, e ancora. È come una droga!
È un po’ un mio bisogno profondo, viaggio senza programmare troppo, della serie “goditi il viaggio e non pensare alla meta!”

Uno dei viaggi che più mi ha colpita, è stato quello in Israele: volevo a tutti costi accompagnare un’amica nella sua prima esperienza lavorativa all’estero, e non me ne pentirò mai!

travel-blogger-israel-3

Israele per me è stata una scoperta, mi ha dato tante emozioni messe assieme. 

L’aria della città era gioiosa, e credetemi se vi dico che passeggiare tra Jaffa e Old Jaffa era come fluttuare nell’aria; si respira quest’atmosfera non appena si esce dall’aeroporto.

Israele è davvero “Blessed for God”, le stesse persone si comportano come se fosse così!

travel-blogger-israel-1

Questo paese ti trasmette un immensa sensazione di pace, nonostante i conflitti che ci sono ai confini. Sembra quasi protetta da qualcosa di mistico, da una cupola che la ripara emotivamente da tutto ciò che è pesante e nocivo. 

La gente sorride sempre, il cibo è tutto strepitoso (mangiavo húmus anche per colazione!). I barboni lungo la spiaggia fanno il lavoro dei netturbini in cambio di un pasto caldo, e si fermano a raccontarti come sono arrivati lì. 

Storie su storie, ogni persona che incontri è un libro aperto.
Ho visitato il Bahuaus Centre, e anche il Tel Aviv Museum of Art.


Ho trovato mercatini nella Old Jaffa dove si potevano far fare dagli artigiani oggettistiche con materiale antico, io mi sono portata a casa due lampade.

travel-blogger-israel-8

Altro luogo da vedere è il Flea Market, pieno di spezie e profumi di ogni tipo! 

Queste sono tappe obbligatorie secondo me! E per chi ha tempo, ci sono Gerusalemme e la Giordania.

Israele è una città cosmopolita, aperta e moderna, ricca di spazi, pub e locali alla moda davvero molto cool. 


Un posto pieno di tolleranza, dove culture, religioni e lingue si intrecciano e si sovrappongono, come per la città di Babilonia chiamata nella Bibbia “Padrona dei regni” perché era la più grande e mista città della Mesopotamia.

Consiglio questa meta a chi vede il viaggio come scoperta di tradizioni diverse dalle nostre, a chi ha voglia di respirare un’aria diversa, a chi vuole imparare dalle altre culture.

travel-blogger-israel-2Se mai accetterete il mio consiglio, documentatevi prima di partire per poter approfittare al meglio di ciò che questo posto ha da offrire.

Fernanda

Fernanda- @fernifari
Fernanda            @fernifari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...