Aspettando l’alba: quando dormire diventa un miraggio

Bella l’alba, vero ?

Quante volte mi sono svegliata presto apposta per vedere il solo sorgere e la natura che si sveglia, anche se .. mai avrei pensato di dover aspettare con ansia l’arrivo dell’alba tutte le notti per ben 20 mesi!

Ma facciamo un passo indietro: il 4 gennaio 2017 divento mamma di un bellissimo bambino, Lorenzo. 

Lui, che già dalle prime ore in ospedale ci ha fatto capire che sarebbe stata sua intenzione tenerci svegli e attivi anche nelle ore più improbabili.

Mentre i bimbi che dividevano con noi la stanza dormivano beati, lui NO! Strillava non appena provavi ad appoggiarlo su una qualsiasi superficie!

Sapevo ed ero preparata a passare delle nottate in bianco, ma non pensavo minimamente che sarebbe stato così ogni notte! L’unico posto in cui Lorenzo era tranquillo, era il mio petto, mentre la mia spalla era diventata il suo cuscino … ma tutto in piedi e in movimento, sia chiaro! Il mio “frugolino” di appena una settimana, sembrava avesse incorporato un altimetro che non appena provavo a sedermi, scattava una sirena assordante!

mom and baby sleeping

E quando le luci si spegnevano, e il sole tramontava, la casa diventava silenziosa e cominciava per me la mia seconda vita, fatta di lunghe passeggiate notturne … ASPETTANDO L’ALBA.

Fatta di balletti inventati e di massaggi improvvisati per scacciare le maledette coliche, ASPETTANDO L’ALBA, e i minuti non passavano mai! Perché si sa, di notte il tempo sembra fermarsi, e ASPETTANDO L’ALBA asciugavo le sue lacrime, ma asciugavo anche le mie! TUTTO ASPETTANDO L’ALBA!

Ho atteso il sorgere del sole sperando di potermi fare una doccia, ma la maggior parte delle volte uscivo mezza insaponata perché Lorenzo in braccio dal papà piangeva disperato. ASPETTANDO L’ALBA ho letto libri, cercato blog e trovato amiche, ho imparato a trattenere il respiro per non fare rumore, ho imparato a dormire seduta con lui in braccio, ho imparato che le mie braccia sono resistenti, ma io lo sono di più!

Ho imparato infatti che una mamma ha una forza interiore che non sa nemmeno da dove viene, ho imparato ad indossare un bellissimo sorriso per ogni nuovo giorno che nasceva. Ho imparato che se anche lo racconti, nessuno ti capirà mai come una mamma che sta vivendo la tua stessa sfida.

baby on moms sholders

Con il passare del tempo ho imparato a gioire di qualsiasi minuscolo traguardo, come la prima volta che sono riuscita ad appoggiare Lorenzo nel lettone, ed è riuscito a dormire per ben 30 minuti: avrà avuto circa 5 mesi! Chissà quante altre albe ci aspetteranno, in occasione del prossimo dentino o del prossimo raffreddore!

E voi future mamme, quando sarete voi un giorno ad aspettare l’alba, non vi abbattete: anche se stanche, imparate ad apprezzate queste lunghe notti di attesa. Godetevi ogni attimo perché un giorno, vi renderete conto che vostro figlio sta crescendo, e fidatevi, inizierete a rimpiangere le ore passate cuore a cuore con lui, queste lunghe notti ASPETTANDO L’ALBA! 

Quindi forza future mamme: CE LA FARETE!
Forza amiche, CE LA FAREMO! 

Valentina

Valentina- @la_valelazzari
Valentina     @la_valelazzari

 

2 Comments

  1. lamammadigiada

    Eccomi!!!!! Sarà la data di nascita allora, perché mia figlia nata il 4 gennaio 2018 era pressapoco uguale! Ho dormito mesi e mesi in divano con lei accanto alla stufa cullandola e attualmente dorme con noi.. ehehhe ti capisco!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...