La magica notte di Santa Lucia: una tradizione italiana tra storia e leggenda

LA TRADIZIONE DI SANTA LUCIA

La prima notte più attesa e magica di dicembre per i bimbi è quella tra il 12 e il 13 dicembre, perché Santa Lucia passa a distribuire doni ai bambini bravi e buoni. 

La tradizione è tipica di alcune regioni, quali Veneto (Verona, Vicenza e Venezia), Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia (Udine), Lombardia (Bergamo, Brescia; Crema; Cremona, Lodi; Mantova), Emilia Romagna (Piacenza, Forlì, Parma, Reggio Emilia).

Poesia Santa Lucia

Ma facciamo un passo indietro ed elenchiamo ogni singolo passaggio: 

1. LA LETTERINA 

Ecco come fare: qualche settimana prima dell’arrivo di Santa Lucia, bisogna scrivere i propri desideri su una letterina e metterla sul davanzale, oppure sopra ad un camino. In alcune città si può trovare una cassetta apposita, che Santa Lucia stessa passa a svuotare. Ad ogni modo, non c’è da preoccuparsi: Santa Lucia e il suo aiutante Castaldo, sono molto scaltri e sapranno sicuramente come trovarla!

I bambini che per tutto l’anno si sono comportati bene (Santa Lucia SA TUTTO e passa in giro per le case a controllare soprattutto nel mese di Dicembre!) potranno dormire sonni tranquilli ed attendere i loro regali. Chi non si è comportato bene, invece, rischierà di ritrovarsi l’indesiderato e temuto sacchettino di carbone al posto di dolcetti e regali.

2. L'ATTESA

Dopo aver scritto la letterina e averla appositamente posizionata nei luoghi sopra consigliati, bisogna aspettare che la Santa passi e la ritiri durante la notte. Può capitare che non passi subito, perché immaginate voi quante letterine ha da ritirare in questo periodo!

L’attesa è forse l’elemento chiave che rende ancora più entusiasmante questo evento! Non sempre, ovviamente, Santa Lucia è in grado di esaudire qualunque desiderio (i bambini hanno anche richieste alquanto impensabili a volte)! Lei fa quel che può, ma state sicuri che non deluderà!

I giorni antecedenti al 13 Dicembre i bambini scalpitano per l’arrivo di Santa Lucia, del fedele aiutante Castaldo e dell’immancabile asinello. Secondo la tradizione, l’asinello aiuta la Santa fin dai tempi in cui lei fece arrivare del grano ad una città colpita da una tremenda carestia, in un carretto trainato proprio da asinelli!

Qualche giorno prima dell’arrivo può capitare che la si veda in giro, perché passa per controllare e salutare i bambini. Se si è molto fortunati, e se il tempo glielo permette, può passare anche dalla propria casa la sera stessa del 12 Dicembre. 

A volte lascia qualche traccia del suo passaggio facendo trovare qualche caramella in giro, oppure si può sentire solamente il suono del campanellino che porta sempre appresso.

3. I PREPARATIVI DEL 12 DICEMBRE

Il pomeriggio del 12 Dicembre, fatevi aiutare e preparate un po’ di biscottini oppure una bella torta per Santa Lucia e i suoi aiutanti. Preparate un bel piattino con un po’ di biscottini e mandarini per lei, un buon bicchiere di latte o acqua e una carota per l’asinello e del vino per il Castaldo. Hanno tutti e tre bisogno di energia per riuscire a fare tutto questo lavoro durante una sola notte!

Nella nostra Provincia (Verona) si usa preparare i biscottini di pasta frolla. Noi veronesi le chiamiamo Puoti (bambole), perché normalmente sono a forma di omini, ma sbizzarritevi pure con qualsiasi altra forma. Le formine di pasta frolla si dice che portino fortuna e che tengano lontano il male.

Ecco la ricetta:


4. LA MAGICA NOTTE

La notte del 12 Dicembre bisogna andare a letto presto e tenere gli occhi ben chiusi. Se Santa Lucia la si vede nel portare i doni, può lanciare della cenere negli occhi per accecarvi e farvi dimenticare ciò che avete visto, ma quel che è più grave è che non vi lascerà nessun regalo!

Quindi, mi raccomando!

5. LA MATTINA DOPO

Se avete osservato con attenzione tutti i passaggi, la mattina del 13 Dicembre troverete i doni: a volte in modo semplice, ma non è detto! Santa Lucia è una burlona, e si diverte a nasconderli per giocare ad una piccola caccia al tesoro. 

Oltre ai regali, di solito lascia qualche dolcetto e anche quasi sempre un pezzettino di carbone dolce, certa che ogni bambino si meriti anche quello!


Noi da veri veronesi, amiamo profondamente questa tradizione! E voi?
Anche voi festeggiate Santa Lucia? 

Alessandro & Chiara 

Alessandro & Chiara               @thetravellingoldenfamily

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...