Pizza Napoletana

Pizza c’a pummarola ‘ncoppa: ode alla pizza italiana

Fare le pizze è come amare qualcuno” ha scritto Cristiano Cavina.
Quando la luna ti fa spalancare gli occhi come una grande pizza…è amore ha cantato Dean Martin .
Un oscar, sesso, un gelato, una pizza…se avessi questo ogni giorno per il resto della mia vita, sarei felice ha dichiarato Dustin Hoffman.

E poi c’era lui, il grande Pino Daniele che cantava:

Fatte’ na pizza c’a pummarola ‘ncoppa…vedrai che il mondo poi ti sorriderà“.


E lui si che aveva ragione, come fai a non sentirti deliziato e felice dopo aver gustato una buona pizza come Napoli comanda? Perchè ne potrai mangiare di buone ma la pizza si sa..è come il caffè“sulo a Napule ‘o sanna fa’”.

La pizza – oggi patrimonio dell’Unesco – ha origini antichissime…si narra che le prime erano bianche e che il pomodoro è arrivato solo dopo la scoperta dell’America.

La più antica pizza rossa invece è la “Marinara” chiamata così perchè era il piatto preferito dei pescatori e poi c’è lei.. la pizza per eccellenza, la “Margherita”, chiamata cosi dal più grande pizzaiolo napoletano Raffaele Esposito in onore della Regina d’Italia Margherita di Savoia che tanto apprezzò la sua ricetta colorata di rosso pomodoro, bianco mozzarella e verde basilico proprio come il vessillo italiano.

Nel dopoguerra dato che la pizza cotta nel forno a legna era diventata un lusso, i napoletani inventarono la “pizza fritta” detta anche “pizza del popolo”.

Oggi va tanto di moda la “famosa” pizza guormet: una versione a quanto dicono più sofisticata e particolare, basta metterci una crema colorata o una spezia profumata ed ecco che la pizza è diventata chic, ma in parte è illusione, per quanto la pizza si sposi bene con tutto niente potrà cambiare le tradizioni.

La pizza napoletana è un’opera d’arte, il cornicione deve essere morbido, il centro sottile, ore di lievitazione, mani che sanno come stenderla…la pizza è AMORE.

Impasto per pizza

Se siete a Napoli anche solo di passaggio, fatevi consigliare una delle migliori pizzerie e non perdete l’occasione di assaporare prima una buona margherita o marinara e poi una bella pizza fritta, perchè un buon fritto si sa…è la cosa più buona che c’è !

Teresa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...