Lettera ad un figlio maschio

LETTERA AD UN FIGLIO MASCHIO

I vostri figli non sono figli vostri. Sono i figli del desiderio che la vita ha di se stessa. Essi non provengono da voi, ma attraverso di voi. E sebbene stiano con voi, non vi appartengono

Caro figlio maschio, che bella cosa è essere la tua mamma. 
È bello perché ogni giorno mi confronto con un uomo in divenire, un uomo che ho fatto io, che sono una donna. 

Caro figlio maschio, non ho detto che sia facile essere la tua mamma. 
Ogni giorno confrontarsi con aspetti di te che non mi appartengono e che mi sono sconosciuti mi mette a dura prova, talvolta, mi fa sentire inadeguata, quasi a disagio.

Caro figlio maschio, per certi versi, sei più semplice delle femmine ma, fattelo dire, credevo che non mi avrebbe dato soddisfazioni vestirti.
Vuoi mettere una femmina??? E  invece…. Caro figlio maschio, vestirti da piccolo uomo è meraviglioso e divertente.

Caro figlio maschio, quando ti guardo mi chiedo se, da donna prima che da madre, io sia in grado di crescerti, io sia in grado di capirti, sia in grado anche solo di parlarti. Ti guardo e immagino che nell’uomo che sarai, ci sarà anche la madre che sono stata.

Caro figlio maschio, una mamma, una mamma di un maschio ha prima di tutto un timore:  il giorno in cui amerai una donna più,  di quanto non ami tua madre, o diversamente. E questo, caro figlio maschio, è un bel boccone da mandar giù.

Caro figlio maschio, non avrei mai creduto alla simbiosi che si crea tra una madre e il proprio figlio maschio: quando mi guardi mi trasmetti un amore così puro che il cuore sembra scoppiarmi in petto. E sento una forte responsabilità,nel crescerti dico.

Caro figlio maschio, un paio di cose, però, vorrei dirtele: vorrei, prima di tutto insegnarti il senso dell’amore e del rispetto verso le donne (o gli uomini) che incontrerai e che amerai. 

Ti chiedo, figlio mio, di non provocare dolore, di non essere rapace, ma tenero e affettuoso, come adesso sei con me. Ti chiedo di riuscire a parlare, ad esprimere i tuoi sentimenti, con il candore dei tuoi pochi anni anche quando di anni ne avrai tanti.

Ti auguro di essere sempre dolce come adesso, amorevole e curioso.

Ricorda che la mancanza di curiosità uccide e inaridisce, la mancanza di gentilezza ti renderà solo; ti auguro di essere sempre ambizioso e di non porti limiti, di non cedere al conformismo né di fare delle tradizioni un dogma; ti auguro di avere lo sgurado profondo e di non essere mai superficiale, in un mondo in cui l’intelligenza è sottovalutata, leggi, studia, studia molto; ti auguro di essere rispettoso di chi è diverso perché la diversità, in ogni sua forma, è una ricchezza e, pertanto, ti auguro di esserlo tu stesso, diverso, e di non averne paura mai. Ti auguro di avere sempre la libertà di poter dire ciò che pensi, di poter esprimere con convinzione le tue opinioni e di farle valere. Ti auguro di avere la forza di non cedere al ricatto o all’offesa e ai tentativi di non farti sentire in grado o adeguato. 

Ti auguro di avere spalle forti per sostenere amici in difficoltà, una bocca sorridente, che non si vergogni di cantare quando è felice, occhi grandi per versare tutte le lacrime che vorrai e per vedere un sacco di cose meravigliose; un petto enorme per contenere tutto il dolore e l’amore che proverai, una bocca grande per buttare fuori parole dolci, urla, rabbia e passioni.

 Ti auguro di avere gambe forti e veloci per correre lontano e braccia forti per cingere forte e per proteggere. Ti auguro di essere passionale, di amare il buon cibo, lo sport, l’arte. Ti auguro di amare qualcuno, chiunque vorrai, con determinazione senza essere mai invidioso dei suoi traguardi. E se la persona che avrai vicino dovesse soffrire o essere infelice, falla sedere accanto a te, dai importanza al suo dolore, rispetta la sua tristezza, come io faccio con te.

Spero che il tuo cuore resti grande, come lo è adesso che sei così piccolo, e che non porti mai rancore, anche nei confronti di chi non saprà amarti, accettando il rifiuto con pazienza e dignità.

Sii libero, caro figlio mio, anche dall’immenso amore che ho per te,che mai dovrà essere una gabbia, ma solo il trampolino che ti farà volare incontro alla vita.

Ti auguro di sapermi sempre al tuo fianco anche quando non ci sarò più, ad amarti come mai nessuno ho amato ed amerò mai.

Con amore,
mamma. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...