Cosa porteresti in un isola deserta

Cosa porteresti su un’isola deserta?

Non so a voi, ma a me è capitato spesso di provare a dare una risposta a questa domanda, ma ogni volta l’isola diventava più affollata di Zara nel primo giorno di saldi! Così provavo a fare una scelta per gruppi: la 5 persone che porteresti con te, i 5 libri, i 5 vestiti. Sistematicamente il numero si alzava a 10 per gruppo. Un disastro!

Forse non sono troppo brava a scegliere.

Questa volta però mi voglio mettere alla prova per voi lettrici di Whatmamadidnext, e nella mia bellissima e assolata isola porterò solo cinque cose, non una di più, non una di meno.

Prima di tutto direi che ciò che non può mancare, è un taccuino. La penna no, visto il numero limitato di cose da portare. Mi inventerò qualcosa, ci sarà qualche penna di volatile in giro e, non so, delle bacche da spremere per creare l’inchiostro! Una soluzione la trovo insomma: male che vada, scrivo sulla sabbia.

Mi potrei portare un piatto preparato da Chef Heinz Beck: la cena migliore della mia vita. L’ultimo pasto gourmet prima di darmi alle bacche e al pesce arrosto (sempre che riesca a pescarlo). Però occupare un posto così… non so! Mi faccio una bella mangiata al suo ristorante il giorno prima di partire, forse è meglio! Sul conto di chi sta organizzando questo reality, naturalmente. Depenniamo, niente piatto gourmet. Ah, uno dei divieti è portare cibi a lunga conservazione, quindi soddisfo le ultime voglie nei giorni pre-partenza e conservo un posto in valigia.

Un libro direi che può essere l’ideale per sconfiggere la noia, tra l’altro è un po’ come portarsi degli amici, visto che quelli in carne ed ossa tocca lasciarli a casa. Ma quale scegliere? Un libro che mi è piaciuto molto è “L’eleganza del riccio”, ma non mi sembra adatto da portare sull’isola. “Non ti  muovere” è uno dei miei preferiti, ma anche lui lo escluderei. Potrei portarmi un librone di mille pagine tipo “Guerra e Pace”, però che noia! Forse meglio una cosa leggera e divertente come “I Love Shopping”. Uhm, forse a questo punto sarebbe meglio Cecelia Ahern. Qualcosa che può essere letto più volte e a distanza di tempo, nel quale si possano trovare sempre nuovi spunti e nuove riflessioni. Coelho! Però quale scegliere? “L’alchimista”, “Veronica ha deciso di morire”, “Sulle sponde del fiume Piedra mi sono seduta e ho pianto”, “Undici minuti” … Il capolavoro di Antoine De Saint-Exupéry potrebbe essere quello che fa al caso mio: piccolo, comodo da portarsi dietro e nonostante l’abbia letto tante volte non mi stanca mai. E “Piccolo Principe” sia!

Ancora tre posti.

Al ridursi dello spazio in valigia fare delle scelte diventa sempre più difficile. Mi servirebbe un po’ di musica, ma non avendo corrente, dovrei portarmi un grammofono a manovella, però allora servirebbe anche un disco, e così praticamente avrei finito lo spazio! Facciamoci furbi: mi porto il grammofono valigetta, del resto l’ho comprato così, con cinque dischi inclusi e vale come se fosse un unico pezzo. 

È fatta, non si discute!

Per il penultimo oggetto divento un attimo seria. Chiedo scusa per questo, ma anche se si tratta di un gioco non posso lasciarlo a casa! Prendo l’album dove ci sono tutti i ricordi legati a mia mamma: le foto in cui ci siamo noi piccoli e paffutelli, quelle dove lei sorride – ed è davvero bellissima -, i suoi amati disegni e i suoi pensieri prima di salutarci.

Torniamo a giocare, ma non troppo.

Il quinto posto lo lascio libero per mio figlio. Non si possono portare persone? Ma lui è mio figlio, non una semplice persona! Non si fanno strappi alla regola? Ehi, senti! Straccia il biglietto e annulla tutto.
Senza Noah non si va da nessuna parte! E quindi che facciamo, cancelliamo anche la prenotazione per la cena gourmet? 

Eh no eh, ormai! Che fai, disdici? Non è mica bello. 

Fai per le 20:30.

Chantal

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...