Perché ho voluto liberarmi dall'Anoressia

Perché ho voluto liberarmi di te, Anoressia

8. Otto sono gli anni in cui sono stata chiusa in una cella. Una cella realizzata dalla mia mente, dalla mia malattia, l’ANORESSIA

È iniziato tutto a fine 2007, quando iniziai a mangiare meno, sempre meno, fino a nutrirmi con 8 gallette in un giorno, ½ philadelphia light e 8 pomodorini.  E poi di notte mi alzavo, andavo in cucina, prendevo il mio pacco di Biscotti Oro Saiwa Fibrattiva, mangiavo e mi riaddormentavo. 

Era un meccanismo che mi piaceva, mi piaceva sempre di più: ogni giorno il peso su quella bilancia doveva CALARE. E se così non accadeva, oltre alle 3 ore di ginnastica ritmica 5 volte a settimana, alla corsa nel weekend, andavo a camminare uscendo da scuola 2 ore prima per arrivare a casa all’ora di pranzo come se nulla fosse. 

“ La fiducia in se’ stessa è il miglior vestito che una donna possa indossare”

Nemmeno perdo tempo a dirvi che solo dopo 2 mesi il ciclo si è bloccato e che ancora oggi, ancora dopo 8 anni, non lo vedo. Nemmeno perdo tempo a dirvi che le amiche di una volta mi hanno bullizzata a scuola, che ero sola, che fui lasciata dal mio compagno del tempo, che dovevo andare a scuola ma non volevo. E poi i pesetti e l’acqua. Ogni settimana dovevo pesarmi davanti a mia mamma, e cosi, per farle credere che stavo bene ho iniziato a bere 200 ml/500ml ecc. di acqua prima, fino ad arrivare a 1 litro appena sveglia. E quando questo non bastò più, ho iniziato a metter sotto il pigiama le cavigliere-pesetti di ritmica: ben 2 kg in più. Quando li ritrovai per il trasloco, mi misi a piangere e le raccontai tutto. 

Perché ho voluto liberarmi dall'Anoressia

Il TEMPO. Passarono anni prima che iniziai a capire che questo mostro mi stava distruggendo. “Ma mamma, ci sono ragazze più magre di me”. In effetti io non sono mai arrivata ad essere pelle ossa, ma sono stati 3 gli episodi che mi hanno fatto capire che era ora di RINASCERE

Il primo fu quando mi feci male durante una gara e il fisioterapista, toccandomi la coscia, mi disse: “ma tu non hai più muscolo, come fai a saltare?” (in quella sezione di gare feci i nazionali di ginnastica ritmica con 6 dita rotte del piede). Il secondo fu post viaggio studio, quando scendendo dal pullman, dissi a mia mamma di non abbracciarmi perché si sentivano le costole. Il terzo, fu quando la ginecologa mi disse: “Rischi di non poter aver figli”

E da qui la mia voglia di ricostruire il mio corpo. Iniziai a mangiare di più, mi iscrissi in sala pesi e mi appassionai alla cucina, quella sana però. Si, perche la malattia mi portò dritta in cucina, dove avevo il monopolio io e cucinavo per gli altri: più loro mangiavano, più ingrassavano, più IO sembravo MAGRA. Anche questa era una forma di CONTROLLO

E cosi, eccomi qua. Claudia, @fitbakeryit sui social. Una donna di quadi 29 anni che ancora è in amenorrea nonostante siano due anni che sto bene. Sono due anni che ho deciso di non assumere nessuna cura “chimica” per vedere se LUI decide di tornare. Assumo salvia, lampone, agnocasto e rodhiola, tutti integratori naturali, mangio sano, con molti grassi e carboidrati, mi alleno non più di 4 volte a settimana e non faccio cardio. Ce la sto mettendo tutta, credetemi! 

Inoltre, il 2018 è stato l’anno della svolta, oltre che mentale, anche fisica: ho deciso di amarmi. E non è facile, credetemi! Al punto tale che, dopo il licenziamento, ho deciso di aprire la mia PASTICCERIA artigianale con rivendita sia fisica sia online di prodotti sani, senza zucchero, senza conservanti affinche la mia PASSIONE sia diventata un vero lavoro. 

E ora non mi resta che attendere e sperare che un domani, possa anche io, tener fra le braccia il mio cucciolo. 

“Nascere non basta. È per rinascere che siamo nati. Ogni giorno”
(P. Neurda)

Claudia

Claudia - @fitbakeryit
Claudia
@fitbakeryit

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...