Brasile, il viaggio di una vita

Viaggio in Brasile

Ecco la prima parte del mio ritorno alle origini Mamas!

Perugia, correva l’anno 2008, e una giovanissima me era alle prese con gli ultimi esami universitari della prima laurea, ma soprattutto con la difficilissima elaborazione di un terribile lutto: la morte di mia cugina, la mia migliore amica, la mia “sorellina”. Un legame profondo spezzato all’improvviso da una malattia che sembrava ormai sconfitta, una perdita a dir poco devastante che mi cambiò completamente la vita.

In quel periodo viaggiavo spesso tra Perugia, città dove vivevo e appunto studiavo, e l’Aquila, dove c’è la mia famiglia adottiva (sì, sono stata adottata e presto vi parlerò della mia storia nei prossimi articoli). Ritrovare la serenità in quei giorni era una vera impresa, ancor di più trovare la concentrazione per lo studio. Fortunatamente avevo in ballo un progetto per me importantissimo, che stava iniziando ad avvicinarsi alla sua realizzazione, e che poi si rivelò una piccola svolta della mia vita. Vi facci fare un altro piccolo passo indietro: nel 2005 scelsi di iniziare l’università a Perugia, precisamente il corso di Mediazione Linguistica, un po’ per fuggire dalla turbolenta fine della mia prima vera storia d’amore, ma soprattutto perché nel capoluogo umbro avrei potuto studiare finalmente il portoghese, mia lingua d’origine, e con un po’ di fortuna avrei avuto addirittura la possibilità di andare proprio nella mia tanto adorata terra natia, il Brasile

Che dire, quel sogno si avverò! Finalmente la vita mi riservava qualcosa di incredibilmente bello!

Grazie al mio fantastico Professore di letteratura portoghese e brasiliana Brunello Natale De Cusatis, trovai il coraggio di compilare la domanda per partecipare allo scambio culturale con l’Unesp, università dello stato federale di San Paolo.

A maggio 2008 arrivò proprio la lettera in cui mi veniva comunicato che richiesta era andata a buon fine, e che a febbraio dell’anno successivo, sarei partita per trascorrere sei mesi nella cittadina di Assis e avrei potuto terminare gli studi nel suo splendido campus completamente immerso nel verde! Vi lascio immaginare le mille emozioni che provai nel leggere quel foglio di carta, con la mano tremante e il cuore incredulo dopo tanto tempo: avevo passato metà della mia vita ad immaginare come sarebbe stato tornare nel mio luogo di nascita,  e finalmente sarei riuscita a realizzare il mio sogno, il viaggio della vita, della Mia Vita! Il mio ritorno alle origini!

Avevo grandi aspettative per questo viaggio, tra cui ovviamente cercare la mia famiglia biologica, di cui però non sapevo praticamente nulla.
Tanta era l’importanza di questo viaggio per me, che fui pervasa da una positività inaspettata nonostante la consapevolezza che questa mia ricerca sarebbe stata mille volte più complicata che cercare un ago in un pagliaio!
Ad ogni modo, le buone intenzioni c’erano tutte, purtroppo però la perdita di mia cugina frenò bruscamente il mio entusiasmo, tanto che pensai anche di rinunciare allo scambio culturale e non partire più.
Dopo una lunga riflessione, capii che molto probabilmente la vita non mi avrebbe regalato una seconda possibilità, e realizzai che queste occasioni vanno colte e vissute senza indugi, a maggior ragione perché il Brasile non è che sia proprio così dietro l’angolo, e io aspettavo quel momento da tutta la vita, non potevo assolutamente rinunciare!

Con due valigie gigantesche e pesantissime piene di vestiti, e un bagaglio emotivo di ansia ed emozione, il 26 febbraio 2009 finalmente partii, e dopo un viaggio di tredici lunghissime ore arrivai per la prima volta da quando ero stata adottata nella mia “Terra Madre”, a San Paolo.

Viaggio in brasile - università

Inutile dire che tra jet leg, commozione e spossatezza (passavo dal clima gelido dell’inverno aquilano ad un caldo tropicale che quando scesi dall’aereo mi sembrò di essere entrata in un forno ventilato acceso) non capii assolutamente nulla per almeno un paio di giorni! Trascorsa la prima settimana, realizzai finalmente che ciò che stavo vivendo non era tutto frutto della mia immaginazione, ed iniziò ufficialmente la mia indimenticabile avventura alla ricerca delle mie origini e alla scoperta di uno dei Paesi più belli del mondo! Un vero e proprio viaggio nel viaggio!

São Paulo, Rio de Janeiro, Foz de Iguaçu sono solo alcuni dei luoghi che ho avuto la fortuna di visitare e che, a mio avviso, tutti almeno una volta nella vita dovrebbero vedere!

Viaggio in Brasile - Rio de Janeiro

Curiosi di scoprire nel dettaglio un po’ del mio Brasile e cosa successe in quei mesi? Seguite gli aggiornamenti del blog, e lo scoprirete attraverso i miei prossimi articoli.

Intanto ciao a tutti e Beijos para vocês!
Sesilia


Una risposta a "Brasile, il viaggio di una vita"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...