A SCUOLA NEGLI STATES

A SCUOLA NEGLI STATES

Ciao a tutti, eccoci di ritorno dal nostro primo viaggio negli States! Lo scopo principale del viaggio era visitare la scuola, e devo dire che ci ha fatto un’ ottima impressione.

Come funziona la scuola negli U.S.A?
Dunque: vi avevo già accennato del fatto che abbiamo scelto casa in funzione della vicinanza alla scuola, e Giulia frequenterà una scuola pubblica con un ottimo punteggio!

Nel nostro distretto la scuola pubblica di tutti i gradi ha un punteggio 8/10 dato da alcuni parametri:

  • i risultati dei test, ovvero l’equivalente delle nostre prove invalsi
  • il numero di studenti per insegnante
  • l’etnia degli studenti
  • il miglioramento di anno in anno, e a tale scopo in internet nei siti specializzati pubblicano la percentuale di rendimento in matematica, in inglese ecc.

I gradi scolastici vanno dal K (kindergarden) al n. 8, e poi c’è la cosiddetta “High School”. I bambini quindi, iniziano la scuola elementare un anno prima rispetto a noi ma non pensate che a cinque anni si studi come in prima elementare, la classe K è infatti un misto fra asilo e scuola e fidatevi, fanno dei lavoretti fantastici!

A scuola negli states - come funziona

Nel distretto di Newtown l’offerta formativa è così organizzata:

  • Due scuole elementari pubbliche che vanno dal K al 4 grade;
  • una scuola intermedia che comprende 5 e 6 grade;
  • una scuola media che comprende 7 e 8 grade
  • una scuola superiore.

Ci sono anche le scuole private ovviamente!

La High school merita un discorso a parte: ogni studente sceglie il proprio percorso formativo in base a quelli che sono i suoi interessi e attitudini. Non esiste la classe come la intendiamo noi, ma la classe è per materia, quindi di ora in ora i ragazzi si spostano da una classe all’altra: diciamo che è più simile all’università italiana dove si seguono i corsi!

Le lingue straniere proposte sono spesso francese, tedesco, italiano (incredibile no?) e in alcuni casi l’ebraico. Alle elementari e medie invece, la lingua straniera proposta è lo spagnolo.

I bambini sono molto stimolati, e le materie più “dure” come ad esempio scienze e matematica, vengono abbinate ad esperimenti pratici molto coinvolgenti: blocchi di legno, lego, figure geometriche e tridimensionali. Se l’esercizio proposto per l’alunno è di difficile svolgimento, può tranquillamente avvalersi di questi strumenti che sono a disposizione in classe. Tutto questo sempre nell’ottica di coinvolgimento degli alunni, con la volontà di farli appassionare alle attività, vengono chiamati a partecipare anche i genitori.

Viste le condizioni climatiche (fa freddissimo ragazzi!) al termine delle lezioni vengono proposti dei laboratori scientifici, artistici, ecc., gestiti da genitori con competenze specifiche: sono molto divertenti e gettonati! I laboratori oltre ad essere super forniti, sono strutturati in modo da sperimentare il più possibile, ovviamente sotto la guida dell’insegnante.

Lo studio della musica prevede che dalla terza elementare, si scelga o ti venga affidato, uno strumento sul quale ci si eserciterà per suonare poi insieme agli altri.

Le aule di informatica sono super fornite, è una materia in continua evoluzione, e dalla quarta elementare si inizia a studiare come fare e montare un video, per poi proseguire nei gradi scolastici successivi con lo studio dei social media!

Ebbene si: sì studiano i social media, e personalmente la trovo una cosa intelligente!Studiare questo “fenomeno” che è parte della nostra quotidianità, che piaccia o meno, ti permette di essere consapevole! Del resto, ognuno è figlio della propria generazione.

All’interno della scuola troviamo poi due figure di aiuto e supporto per gli studenti: lo psicologo e il counselor e ogni tot classi c’è una stanza dove i ragazzi con difficoltà (come potrebbe essere mia figlia l’anno prossimo) hanno l’occasione di ripassare o apprendere una nozione, con un’insegnante a loro completa disposizione per qualche ora!

Sempre per inserire i bambini al meglio, gli stranieri vengono accompagnati per qualche mese da un tutor che generalmente parla almeno 3 lingue, e per collocarli nella classe corretta, a seconda della preparazione, prima dell’inizio dell’anno scolastico vanno a scuola un giorno per effettuare dei test: nulla toglie che durante l’anno vengano poi spostati.

Durante il colloquio con il preside, ci sono state rivolte domande del tipo: “Cosa piace a Giulia?”, “Quali sport ama?”, “Come possiamo coinvolgerla al meglio?”. Per noi è stato positivamente strano un tale interesse! Sembra scontato, ma credetemi, non lo è! Poi Giulia con il suo inglese traballante, ha chiesto se esiste l’aula delle punizioni (modello di riferimento Alvin superstar) e siamo scoppiati a ridere!

Abbiamo scelto la scuola pubblica per due motivazioni:

  1. La scuola privata ha costi esorbitanti;
  2. nei primi gradi scolastici non cambia molto l’insegnamento, e mi riferisco alla nostra zona di pertinenza.

Il vero investimento è la scuola superiore, molto più che l’università, poiché all’università gli studenti hanno mutui con tassi agevolati e generalmente riescono ad estinguerlo in breve tempo dopo la laurea.

a scuola negli states - high school

Durante questa visita ho trovato tutti molto cortesi e preparati, infatti vengono educati alla gentilezza: in città nel mese di dicembre si celebra la gentilezza in tutte le sue forme!

Giulia non vede l’ora di iniziare.

Siamo pure riuscite a farci degli amici, complice una gran nevicata! Superata la paura di non riuscire a comunicare, mi sono ritrovata la casa piena di bambini che mi portavano gli indirizzi e che non vedono l’ora ritornassimo in estate!

Ecco un altro pezzetto della nostra avventura che prende sempre più forma! I ragazzi che abbiamo incontrato hanno una luce negli occhi che pensavo di aver dimenticato, credo proprio ci troveremo alla grande!

A presto Mamas,
Barbara

Barbara - @bbloveusa
Barbara
@bbloveusa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...