SEMPLICEMENTE UNA MAMMA

semplicemente una mamma - essere una mamma adottiva

La futura mamma adottiva, la mamma di cuore, è difficilmente riconoscibile.

Non ha il pancione, non deve fare periodicamente ecografie e prelievi ma anche lei è comunque in attesa. La sua attesa dura molto più di nove mesi ed è fatta di tanti step di cui parla orgogliosa, tappa dopo tappa arriverà anche per lei il lieto evento.

Non la trovi in un negozio a scegliere il corredino per il suo piccolo ma potrebbe scegliere il giochino che gli porterà al loro primo incontro.

Quel gioco, anche un semplice peluche che farà da tramite, che scioglierà il ghiaccio i primi minuti appena i loro sguardi si incontreranno, che aiuterà a comunicare se non si parla la stessa lingua.

La mamma adottiva, la potresti trovare in biblioteca, intenta a cercare il libro giusto per affrontare quest’attesa, lunga, a volte snervante, una vera e propria montagna russa, un momento si è giù di morale, quasi rassegnata e il momento dopo ti ritrovi in una gioia incontenibile.

Un libro per imparare qualche parola in un’altra lingua, fiabe e racconti per parlare di adozione con il suo piccolo, storie e biografie di chi ci è già passato e può dare dei consigli o semplicemente farti sentire meno sola.

Cellulare sempre carico e ci deve essere sempre copertura, lo si controlla di continuo, ogni giorno. E’ lì che arriverà la telefonata, la tanto attesa chiamata che in un paio di minuti comunica l’abbinamento e cambia la vita. Per ora posso solo immaginare il cuore battere forte e l’immensa emozione di quel momento, ma quando sarà ve lo racconterò.

essere una mamma adottiva

Lei sogna guardando i bimbi di ogni colore, non fa nessuna distinzione, accoglierà in tutto, senza riserve, suo figlio.

Una mamma di cuore non sempre viene capita dalle altre mamme, vorrebbe in tutti i modi spiegare che i legami vanno oltre il sangue, il DNA, il parto, la magia di diventare madre c’è lo stesso.

Spesso si arrabbia, le è impossibile trovare le parole giuste per descriverlo, per trasmettere le sensazioni che si hanno pensando che da qualche parte nel mondo il proprio figlio è già nato e non si vorrebbe perdere nemmeno un secondo della sua vita.

Spesso si ritrova da sola, messa in disparte, a volte manca solo il cartello con scritto “serie B”, in fondo si fa così presto a etichettare.

Non ci sono scorciatoie, si soffre uguale, non si proverà il dolore fisico del parto ma ci sarà quello emotivo.

Nelle altre mamme di cuore invece, riesce a trovare qualcuno che può capirla, può comprendere ogni suo stato d’animo senza farla sentire una pazza, provano sentimenti, paure comuni.

Il suo amore è grande, unico, incondizionato come quello di tutte le mamme. Anche lei è semplicemente una mamma.

Un abbraccio
Vanessa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...