Mangiare sano? Una questione di consapevolezza, di equilibrio, di amore

consigli su come seguire una sana alimentazione

Premessa doverosa: Non sono laureata in scienze dell´alimentazione, ma vi parlo della mia esperienza e del mio stile di vita che puó essere condivisibile o meno e che magari potrebbe essere di ispirazione! Le mie modestissime conoscenze si basano su informazioni ricavate da letture di articoli e  da video di esperti in materia.

Molte delle persone che mi conoscono e a cui capita di mangiare con me al lavoro o al ristorante esordiscono prima o poi con frasi del tipo: “Ah vabé, ma tu mangi sempre cosí salutare che mi fai venire i sensi di colpa!”.

Comincio il mio articolo in questo modo, perché trattando la tematica del mangiare sano, credo sia fondamentale mettere in grassetto due espressioni. La prima è “SEMPRE” e la seconda è “SENSI DI COLPA” e analizzarli uno per volta.

Riguardo al “SEMPRE”: no, mangiare sano non significa mangiare sempre e solo sano. Mangiare sano é una questione soprattutto di equilibrio. Parliamoci chiaro, siamo esseri umani, non macchine senza desideri e flessibilitá. Mangiar sano é una libera scelta, alla cui base c´é una motivo, non é una condanna, e se si vuole iniziare a cambiare il proprio stile di vita alimentare, bisogna chiedersi perché lo si vuole. No, io non mangio sempre sano, ma la gran parte dei miei pasti sono salutari e nonostante ció gustosi.

Riguardo ai “SENSI DI COLPA”, io ne ho davvero raramente quando mangio qualcosa di non propriamente sano, e succede per lo più quando so di aver esagerato nelle quantità e mi è venuto il reflusso gastrico!hehe!

consigli su come seguire una sana alimentazione

Quello che cerco di trasmettere, è che se ritenete di avere un’alimentazione poco salutare e avete voglia di cambiarla, dovete decidere di farlo per il vostro bene, il vostro corpo e la vostra salute. Io penso spesso al corpo come ad un tempio. Esso ci accompagna da prima della nascita e tiene duro per noi, per la nostra vita, sconfiggendo acciacchi, virus e malattie varie, dá a noi donne la possibilitá di diventare madri e di nutrire un altro essere umano, é capace di adattarsi a cambiamenti climatici, ormonali, a raggiungere obbiettivi sportivi che non avremmo mai immaginato possibili, e credo che l´alimentazione sia un modo per dirgli grazie.

A casa dei mie si è sempre cucinato in modo sano, le verdure erano e sono tutt’ora dell’orto dietro casa (cosa che ora vivendo all´estero é purtroppo un ricordo lontano!), si è cucinato tutto in modo gustoso senza friggere e soffriggere tutto ed è così che ho imparato senza nemmeno farci caso, che i cibi più semplici sono i più buoni. I dolciumi e le patatine certo che li si comprava!ma senza esagerare, e noi 4 figli condividevamo tutto. 

Sono cresciuta senza che mi mancasse nulla e imparando che “di tutto un poco” é la chiave per il benessere. Crescendo mi sono appassionata allo sport e di rimando anche all´alimentazione in generale, mi sono chiesta perché mai certi alimenti facessero male o facessero ingrassare e ho letto articoli, seguito video di specialisti nel settore e in particolare del medico ed epidemiologo  Dr. Franco Berrino, del quale vi consiglio di seguire almeno i video su Youtube. 

Ma questo “Mangiare sano”, è cosí difficile da mettere in pratica?
Secondo il mio parere, non lo è, se si sa cosa si mangia e perché lo si fa. Alla fine mi è stato chiaro che mangiare sano non significa stare a dieta perenne, né contare calorie per dimagrire, mangiare solo roba bollita o insalate, ma trovare un equilibrio nella propria dieta quotidiana, un equilibrio basato sulla consapevolezza di cosa significa scegliere un alimento piuttosto che un altro e sulle quantità di tutto ciò che scegliamo di mangiare.  

Di seguito ho creato una piccola lista di consigli basati sulla mia personalissima esperienza (perché, ripeto, non sono laureata in scienze dell´alimentazione!) e sui consigli degli esperti in materia che mi fa piacere condividere con voi.

  • Basare la propria alimentazione su cibi freschi, non precotti, non giá pronti o troppo elaborati. Io ad esempio scelgo yogurt puro invece di quello alla frutta pieno di zuccheri e ci metto frutta fresca o lo addolcisco con un pizzico di miele o di sciroppo d´acero. Alle fette biscottate super industriali preferisco il pane fresco o tostato con la marmellata.  Ai cereali soffiati o ai corn Flakes preferisco i semplici fiocchi d´avena ai quali aggiungo noci e datteri per un pieno di energia tutta al naturale! Un succo di frutta col 100% di frutta, ancora meglio se fatto in casa lo preferisco ad una bibita gasata e dolcificata.
  • Prima di comprare qualunque prodotto, comincia a leggere la lista degli ingredienti. Resterai stupita da quanti prodotti che ritenevi innoqui contengono zuccheri aggiunti, grassi idrogenati come la margarina, olio di palma e chi piú ne ha piú ne metta. Inoltre occhio allo sciroppo di glucosio e al destrosio, che non sono altro che zuccheri aggiunti camuffati sotto altro nome e che sono altrettanto dannosi per l´organismo. Persino il pane, se di cattiva qualitá, contiene destrosio, sciroppo di caramello o zucchero. Inoltre bada che gli ingredienti sono scritti in ordine di quantitá. Se il primo ingrediente della lista é ad esempio lo zucchero, significa che quell´alimento é costituito prevalentemente da esso. Informarsi se non si sa cosa sia uno dei mille ingredienti di un prodotto industriale é non solo un diritto ma io personalmente lo vedo come un dovere nei confronti della nostra salute.
  • È vero, i supermercati oggi sono il luogo della tentazione…si entra per fare la spesa settimanale e se ne esce con delle merendine…ma fare la spesa solo dopo aver fissato un menù settimanale e cercare di evitare di soffermarsi troppo allo scaffale dei dolciumi e degli sneck, puó aiutare. 
  • Siete golose come me? Allora ci sono due alternative utili: La prima è preparare dolci fatti in casa in modo da evitare quelli industriali e da sapere cosa davvero c’è dentro, o acquistare dolci badando alle etichette e comprando magari solo un tipo di dolciume per volta, senza averne la dispensa piena. Io quando non ho tempo di preparare dolci o biscotti, compro cose semplici, come biscotti di alcune marche che almeno non contengono olio di palma o margarina ed hanno  tendenzialmente meno ingredienti rispetto ad altri. 
  • Avete letto biscotti industriali e avete pensato: “E questo sarebbe salutare?”. Se ne mangi uno o due a colazione e non uno ad ogni caffè o tutto il pacco in una volta, non ti nuoceranno. Le quantità sono la chiave di tutto. Ripartire senza troppe fisime le quantitá di cibo non proprio salutare durante la settimana, é importante. Concedersi una piccola dolcezza, un pasto piú pesante, una qualunque golositá all´interno di un quadro alimentare prevalentemente sano, é normale e auspicabile, per non vivere reprimendo ogni desiderio. Non rinunciare a nulla ma bada alla quantitá e alla frequenza di ció che mangi.
  • In cucina, come nel leggere le etichette, c’è bisogno di essere consapevoli di cosa e come si cucina. Diminuire le quantità di olio, di zucchero, di grassi animali, cucinare cercando alternative come la cottura al forno piuttosto che la frittura, chiedersi se si mangiano abbastanza frutta e verdura e cercare di aumentarne le quantitá giornaliere cercando nuove ricette in libri o sul web che siano di ispirazione, sono piccoli passi che fanno una grande differenza. Io cerco spesso in internet  ricette alternative per cucinare in modo semplice e piú “pulito”, e vi assicuro che ho successo anche con mio marito che era abituato ad una cucina piú pesante! Ad esempio…la pasta brisè? La faccio io, ma con l´olio d´oliva invece che col burro, sostituisco spesso la panna da cucina con del formaggio fresco (Provateci!), sostituisco in alcune ricette la carne col tofu per evitare di mangiare troppo spesso grassi animali, cosí come a volte utilizzo al posto del latte vaccino uno vegetale (quello di avena é quello piú indicato alla sostituzione anche in ricette salate), oppure uso il miele invece dello zucchero raffinato. Se ho voglia di Waffels fatti in casa, scelgo l´alternativa di quelli alla banana, senza l´aggiunta di burro o zucchero, e che sono ugualmente deliziosi e dolcissimi!
  • Comprare alimenti porzionati o porzionarli da sé a casa può aiutare ad evitare scorpacciate. Io ad esempio prediligo ciocolattini confezionati singolarmente alla tavoletta di cioccolato che mi dice “mangiami tutta!” 
  • Al ristorante ci si va anche per farsi passare qualche sfizio, ma se non si vuole esagerare ogni volta che ci si va, ci si deve chiedere anche in questo caso, cosa davvero stiamo ordinando e come verrà cucinato. Persino una pizza semplice come una margherita o una con verdure alla griglia, é , pur essendo calorica comunque, piú salutare di un mega hamburgher con patatine fritte come contorno!
consigli su come seguire una sana alimentazione

Per concludere, mangiare sano è per me un ritorno alle origini, ai sapori più semplici senza conservanti, senza gli esaltatori di sapidità e mille altre aggiunte coi quali l’industria alimentare ci prende per la gola e diciamola tutta, anche per il portafogli!

Da neomamma, preparando le pappe per il mio bimbo e poi a tavola rendendomi conto di potergli far assaggiare tranquillamente il mio pasto perchè non conteneva nulla che avrebbe potuto nuocergli, mi ha fatta sentire sulla strada giusta. Certo, lo ammetto, la frittura di pesce non gliel’ho fatta assaggiare e nemmeno la cioccolata che ho in dispensa…ma quando ogni tanto mangio questo genere di alimenti, lo faccio sapendo che esiste un equiilibrio in tutte le cose, che non siamo perfetti e non dobbiamo nemmeno esserlo. Riepilogando, mangiare sano è tutta una questione di consapevolezza e di equilibrio, è una scelta quotidiana davanti ad ogni alimento, una scelta d’amore nei confronti del nostro corpo.

Un abbraccio,
Emanuela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...