CI SIAMO MAMME: BACK TO SCHOOL!

CI SIAMO MAMME - BACK TO SCHOOL - Settembre inizio scuola

Settembre. Ci siamo.
Finalmente un traguardo da tagliare: RICOMINCIA LA SCUOLA!

Quindi, a meno che tu non sia una madre alle prese per la prima volta con nido, materna o primaria, per tutte le altre significa una cosa sola: FIESTAAAA! 

La mamma, questo essere mitologico che non conosce ferie ne riposo.
La mamma, che nei mesi estivi per fronteggiare l’onnipresenza dei propri pargoli si fa spuntare più braccia della dea Kalì ed escogita soluzioni come la settimana enigmistica.
La mamma, che spesso lavorando è costretta a chiedere l’intervento di nonni, zii, amici, l’esercito, o in caso contrario a spendere tutti gli stipendi in centri estivi e baby-sitter.
La mamma arriva a settembre come se fosse stata investita da un tir.

Personalmente, ma credo di non essere l’unica, al primo giorno di scuola mi lancerò in una frenetica samba per festeggiare il ritrovato “respiro”.
A maggior ragione, vista l’annuale routine nevrotico-burocratica che accompagna ogni bimbo disabile e la sua famiglia al rientro in classe.

Montagne di scartoffie da compilare, certificati di tutti i tipi da dover fornire, inquadrare il nuovo piano annuale riabilitatorio e assicurarsi del trasporto scuola-ASL e viceversa. 

Non per ultima quella che io chiamo LA GRANDE BATTAGLIA: le ore di sostegno e assistenza.

Puntualmente, ogni anno ad agosto inizio a chiedere incontri con l’assistente sociale, con la dirigente scolastica, con la responsabile dei servizi educativi, e puntualmente mi sento rispondere che i fondi sono sempre meno, che ci sono stati ulteriori tagli, che bisogna aspettare le ore in deroga, ecc ecc. Sempre la solita musica, quante promesse da marinaio sono abituata a sentire!

Approfondendo le dinamiche come da mia abitudine, potrei asserire che alcune delle parti in questione potrebbero risolvere parte del problema con una ripartizione più equa basata sulla disabilità del singolo bambino, e non a random per dare il “contentino” a tutti i certificati!

La metodologia in atto cosa significa?
Significa che mentre tutti i bambini iniziano la scuola normalmente, noi avremo un assestamento orario dopo un mese e mezzo, sempre non si debba far ricorso al TAR prima! 

Quest’anno il mio fegato mi ha chiesto pietà, per cui gli ho risparmiato la solita solfa e ho passato parte del mese di agosto parlando con il sindaco e assessori vari.

Parlando da madre, parlando di un figlio che è un caso unico a Piacenza, parlando col cuore.

Con queste premesse e riflessioni, confidando nelle alte sfere e in un buon inizio di anno scolastico, e sperando di avervi fatto sorridere e riflettere, auguro a tutte voi mamme di ballare la Samba come faccio io! 

Oh si, quanto me la merito! 
O dovrei dire, ce la meritiamo? 

Silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...