MATRIMONIO LOW COST IN CAMPAGNA

8 consigli per un matrimonio da favola a basso costo

Ciao sposine,
se mi state leggendo significa che state vivendo uno dei countdown più belli della vita. 
Uno di quelli che ti mette a dura prova.
Ti fa stare sveglia la notte chiedendoti se stai dimenticando qualcosa, se sia meglio il macramè o lo chantilly. 
E non ti fa dormire il pandispagna sulla torta perché forse era meglio il millefoglie.
E pensi che hai sempre odiato i dolci e le formalità. Che una villa ottocentesca non ti rispecchia affatto.
Che l’importante è celebrare il giorno del matrimonio con le persone che contano. 
Che anche la location conta, ma fino ad un certo punto.
Che può e sarà tutto meraviglioso anche senza spendere cifre folli. 

8 consigli per un matrimonio da favola a basso costo


Vorrei condividere con voi qualche massima che a suo tempo vorrei che qualcuno mi avesse fornito.
Vorrei aiutarvi a risparmiare nel grande sistema dei Matrimoni che punta a svuotare le tasche dei loro clienti e non a riempire i loro cuori di momenti indimenticabili.
Non detesto i matrimoni, ma le classificazioni.
Detesto il fatto che un agriturismo in campagna seppur bellissimo non possa essere classificato “location per cerimonie”.
Detesto i tavoli rotondi che impediscono alle persone di comunicare.
Detesto pure le persone inquadrate. 
Detesto le formalità e le forme che mi impediscono di stare comoda nei miei panni, motivo perciò ho scelto un vestito comodo per ballare ed allattare.

6 DRITTE “A BASSO COSTO” PER UN MATRIMONIO DA FAVOLA

#1 Scegliete un POSTICINO INTIMO

Prima di tutto, mettete pochi posti a sedere in modo da non doverlo affittare. Il posto così, sarà solo vostro per questioni di spazio e coperti. Un posto del cuore. Un posto che vi ha fatti innamorare. Un posto “vostro”. Sarà tutto molto più emozionante e andrete sul sicuro. 

8 consigli per un matrimonio da favola a basso costo - location
#2 INVITI DIGITALI

Per chi come noi vive la vita con i secondi contati, (con un neonato a carico ed un trasloco in corso). Chiaramente fattibile solo se le persone “anziane” o poco tecnologiche sono poche. Nel nostro specifico caso abbiamo realizzato 3 inviti cartacei per i nonni, mentre per tutti gli altri abbiamo optato per un mini video su Whatsapp. Ci siamo evitati moltissimi giri e le conferme sono arrivate immediatamente. 

#3 BOMBONIERE 

Solo se alimentari (confetti, vino, olio, pianta adamitica spezie ecc). Sarebbe impossibile omaggiare 100 inviati con qualcosa che possa sposarsi con l’arredamento di ciascuna delle loro case. Onde evitare che vengano gettate l’alba seguente, meglio regalare qualcosa che utilizzeranno di sicuro. 

#4 FIORI

Preferite le piante da fiori in vaso alle composizioni floreali perchè molto più economiche. 
Una volta terminata la cerimonia potranno abbellire la vostra casa o il vostro giardino. 
Saranno soldi spesi intelligentemente.

Nel nostro caso, la corona/centro tavola, il bouquet, la cornocina saranno interamente realizzati con ulivi di famiglia. Oltre che ad assumere un profondo significato affettivo, fornendo noi il ‘materiale’ alla fiorista, ci rimarrà da saldare solo la manodopera. 

#5 PORTA CANDELE E CANDELINE

Chiedete alla vicina con i bimbi piccoli di non buttare i versetti di omogenizzati e alla nonna di prestarvi quelli da conserva di Bormioli. Legandovi attorno della rafia, del pizzo, o dei nastri assumeranno la sembianza di carinissimi porta candeline.

#6 SCARPE SPOSA

Se il vestito da sposa non si può “reciclare” non significa che le scarpe lo debbano seguire nell’armadio in soffitta. Scegliete scarpe non propriamente bianco sposa (ma nemmeno fucsia). Panna, beige, crema, con qualche fiorellino qua e là.

8 consigli per un matrimonio da favola a basso costo - scarpe
Elegant wedding bouquet with a ribbon, wedding invitation, rings and bridal shoes on tissue

Non voglio avere la presunzione di saperne in materia.
Spero di esservi stata d’aiuto colleghe.
Sono consigli che darò  a mia sorella quando sarà il suo turno.
A sedici giorni dalle nozze vi saluto con lacrime di gioia che mi rigano le guance.
Guance che quest’estate non ho potuto abbronzare perché… l’abbronzatura cozzava con l’abito?!

Insomma, cose da spose. So che mi capirete.

Veronica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...