Muoversi con i bambini? ALTOLÀ ALLO STRESS!

Lista di consigli per viaggiare con bambini senza stress

Il mio nome è Beatrice ed oggi voglio condividere con voi la mia piccola lista di consigli semiseri per muoversi di casa con bambini piccoli senza (o per lo meno riducendo molto) lo stress e le paure.

#1 Buttatevi nella mischia!

Che sia chiaro: non ci sarà mai un buon momento per iniziare a viaggiare con i propri figli piccoli. Io personalmente, ho iniziato il giorno delle dimissioni dall’ospedale!
Ho cominciato con piccoli giri di ricognizione vicino al nido, per poi ampliare il mio raggio di azione. Non fatevi domande, prendete il necessario e partite!

#2 Non esagerate, restate con i piedi per terra

Se è vero che sono un’accanita sostenitrice del muoversi subito comunque e ovunque, ci sono delle piccole norme che è bene osservare: scalata sulle Ande? No, grazie.
Surf sulle onde Californiane? Nemmeno.
Viaggio di quindici giorni con zaino in spalla in Tibet? Tra qualche anno forse!

È bene ricordare che i bambini hanno le loro necessità, è giusto che si adeguino allo stile di vita della famiglia che li accoglie, ma il buon senso e il procedere per step devono essere il mantra di ogni famiglia viaggiatrice. È chiaro che non dovete stravolgere le vostre abitudini, però magari scegliere luoghi con condizioni sanitarie e igieniche favorevoli, questo senz’ombra di dubbio.

#3 Ricordatevi di quando eravate bambini

Tornate bambini, o almeno sforzatevi di farlo con la mente. 
Vi ricordate quei pomeriggi interminabili a fissare il soffitto a casa della zia Gertrude, tutti vestiti per benino finché la vostra mamma sorseggiava un buon tè in tazze di Limoges francese dal dubbio decoro rococò? Che noiaaaaaa!

Lista di consigli per viaggiare con bambini senza stress
Brothers and sister hiking in Tuscany, Italy. Kids are jumping with joy on dirt road. Nikon D850

Alternate sempre un’attività che interessa a voi con una che possa piacere ai vostri figli, la promessa di ottenere qualcosa in cambio fa miracoli! Io sono riuscita a far visitare TUTTA Roma a piedi a mia figlia con le promesse. E fu così che la visita guidata ai Fori Imperiali si concluse con un gelato; una coda interminabile per visitare la Cappella Sistina ha avuto come ricompensa l’accesso al Time Elevator, e dopo l’accesso al Colosseo, un bel giro sull’open bus (e questo meriterà un punto a parte).

#4 Canta che ti passa!

Dio solo sa la mole di canzoncine improbabili che ho imparato, cantato, ballato e ripetuto allo sfinimento. C’erano il cocomero tondo tondo, l’austriaco felice,  “Hai fame?” “Sì, mamma, tanta” “Dai dai su, cantiamo alla fiera dell’est 52 volte e vedrai che ora che abbiamo finito troviamo un ristorante aperto!”. 

Ah, e non provate ad accorciarla passando dal cane che morse il gatto direttamente all’angelo della morte perchè i bambini, si sa, ve la faranno pagare amaramente. 
“Ma noooooo Mamma, non faceva cosìììì l’ultima volta che l’hai cantata!!!” … E fu così che si ricominciò da capo per la 53esima volta.

Non c’è verità più grande: i bambini amano cantare, mettetevi al loro livello, ridete e ballate, mimate, gioite! Vi stupirà vedere come anche a voi passerà meglio il tempo.

#5 Santo Open-bus, salvatore della patria!

Avete presente gli Hop-on Hop-off bus? Bene, io dedicherei loro un monumento colossale nella piazza centrale di ogni singola città che ho visitato.

Il prezzo non è sempre esiguo, però offrono una gran fonte di divertimento per tutta la famiglia. La brezza nei capelli (ovviamente da evitare a Londra il 31 dicembre), le cuffie in cui si possono ascoltare le spiegazioni dei vari monumenti (io adoro le lingue straniere e mi diverto ad alternare le spiegazioni nelle varie lingue così mi mantengo in allenamento), i piedi che si riposano dopo le varie scarpinate, i bambini che possono mangiare con tranquillità il panino comprato dall’ambulante appena prima di salire.

Lista di consigli per viaggiare con bambini senza stress - open air bus.jpg

Un’oretta per stare mano nella mano con il marito finchè le pesti guardano fuori… Per me è un SI grande come una casa, l’open bus S’HA DA FARE!

#6 Organizzazione militare nel preparare l'occorrente

Bisogna essere molto organizzati, questo non vuol dire viaggiare con la casa, nel modo più assoluto NO. Nel vostro zaino (eh si avete letto bene, mamme modaiole, dimenticatevi di viaggiare con la Speedy Bag di Louis Vuitton, ho scritto proprio ZA-I-NO!) non devono mai mancare snack, ovviamente meglio se difficilmente deperibili e acqua a volontà!

Ho imparato che i bambini bevono più di un cammello, specialmente quando camminano tanto, sacchetti di plastica (potrei scrivere un altro articolo sull’uso dei sacchetti di plastica quando si viaggia) e un piccolo kit medico: non parlo di una sala operatoria ambulante, ma salviette disinfettanti, forbice, pinzetta e cerotti, possono bastare!

#7 Ricordatevi che avete dei figli!

Eh si, magari l’ultima volta che siete stati in un determinato hotel o in un determinato luogo eravate ancora una coppia e si sa, l’ottica cambia diametralmente, eccome se cambia! Riflettete, informatevi e valutate.

Lista di consigli per viaggiare con bambini senza stress -  location kids frendly

La caletta davanti all’hotel prevedeva una scarpinata di 30 minuti sotto al sole di agosto? Forse è meglio evitare, un luogo che per una coppia era perfetto può facilmente trasformarsi in un incubo per una famiglia. Non so perchè ma finchè scrivo mi viene in mente Minorca…

#8  Tatuate il vostro numero di cellulare in fronte a vostro figlio

Non sto scherzando, quando mia figlia aveva 3 anni, avevo inventato una filastrocca con il mio numero di cellulare. Questo 10 anni fa, adesso esistono in commercio una serie innumerevole di accessori dai nomi abbastanza eloquenti “semiperdo” “ilnumerodimiamamma” ecc ecc, sembrerà un consiglio banale, se proprio non vi va di spendere soldi per un gingillo del genere (ce ne sono alcuni dotati di microchip, non vi dico di spingervi a tanto) potete scrivere il numero con un pennarello sul braccio del bambino. Un consiglio tanto stupido vi darà serenità, fidatevi. Io non l’ho mai utilizzato, ma solo sapere che mia figlia aveva con se il mio numero di telefono mi faceva stare più tranquilla.

#9 Coinvolgete il vostro bambino nell'organizzazione

I bambini si sa, hanno paura dell’ignoto. Se ha un’età adeguata, non vi sto chiedendo di raccontare come funziona un viaggio al vostro bambino di 6 mesi, però è bene iniziare dalle piccole cose. Perchè si allaccia la cintura in macchina? Perchè ci sono gli aerei in cielo. Perchè abbiamo i documenti? ecc ecc ecc

Lista di consigli per viaggiare con bambini senza stress
Family packs their vehicle for summer vacation. One excited little boy waits by the car.
#10 Viaggiate stando a casa

Sarà che con i miei genitori ho sempre viaggiato tanto, sarà che sono un’appassionata di lingue e culture straniere, ma per me è fondamentale viaggiare anche restando a casa. 

Una canzone in spagnolo alla radio diventa l’occasione per raccontare qualcosa sulla Spagna. Una cena a base di tacos e guacamole si trasforma in un piccolo scorcio sul Messico. Quando si va all’Ikea si coglie l’opportunità per assaggiare il cibo svedese. La settimana Americana nel supermercato di fiducia.

Non è questo alla fine viaggiare? E quindi viaggiate tanto, anche restando a casa, apprezzate i piccoli spostamenti, anche quelli al parco di fianco a casa, solo così i vostri bambini spiccheranno il volo! 

Buona fortuna a tutte,
Beatrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...