Vacanze tra Calabria e Basilicata

Viaggio con bambini - Vacanze tra Calabria e Basilicata

Sembra strano pensarci, ma qualche mese fa era proprio estate.
Estate significa molte cose, ma soprattutto VACANZE.

Durante l’estate appena trascorsa, tuttavia, le ambitissime vacanze non le abbiamo scelte come al solito, ma abbiamo unito l’utile al dilettevole: una coppia di nostri amici si sposava, e noi eravamo tra gli invitati. Dove?

Nella splendida Calabria. 

La tratta Veneto/Calabria per un solo weekend non era il massimo, diciamo, sia in fattore di tempo che in quanto al budget, così abbiamo optato per organizzare le nostre vacanze estive proprio in quelle bellissime zone. Grazie ai nostri amici, abbiamo trovato un appartamento a Tortora, un paesino calabrese situato proprio al confine con la Basilicata. Io, avendo tantissimi parenti calabresi che mi hanno sempre parlato benissimo della loro terra e delle loro spiagge, non vedevo l’ora di partire, ma, eh si c’è un ma, mi sono messa a cercare su Google le immagini delle spiagge di Tortora, ed ecco lì, lo shock! Spiagge con i sassi! Ho sempre amato e adorato la sabbia, in compenso ho sempre detestato le spiagge di sassi. Lo confesso, ho passato mesi di angoscia prima di partire, con il terrore di non godermi le vacanze per colpa dei sassi! Il mio compagno mi rassicurava dicendomi: “Non giudicare un posto prima di vederlo con i tuoi occhi!” .

Tuttavia io non avevo molta voglia di ascoltarlo, ed invece avrei dovuto, perché questa vacanza si è rivelata una delle più belle della mia vita!

Viaggio con bambini - Vacanze tra Calabria e Basilicata

Quest’anno eravamo noi tre, io, lui e Selvaggia.
La spiaggia di Tortora come prevedevo non mi ha fatto impazzire, ma tutte le spiagge dei paesini limitrofi mi hanno rubato il cuore. Siamo stati al Tarzan Beach di Maratea (Basilicata), all’Isola di Dino (Calabria), a Praia a mare (Calabria), all’arco magno di San Nicola Arcella (Calabria) e alla spiaggia nera di Maratea (Basilicata).

I temuti sassolini erano molto, molto piccoli, e non occorreva nemmeno tenere le scarpe da spiaggia ai piedi; l’acqua era limpidissima e piena di pesciolini, e poi volete mettere la comodità di non doversi pulire dalla sabbia?

Le città sono ricche di storia: abbiamo visitato il santuario con il Cristo di Maratea e siamo stati nelle grotte dell’isola di Dino, tra cui c’era la grotta azzurra, una grotta dai colori spettacolari! Vista da fuori si percepiva il buio, ma una volta entrati l’acqua iniziava a risplendere e a illuminare le pareti con i suoi colori sgargianti. Una moltitudine di pesci nuotava, ed io rimanevo a bocca aperta davanti a tanta bellezza marina. Ci sono tornata ben due volte per concedermi una bella nuotata,  non potevo di certo tornare in Veneto senza aver beneficiato di qualche immersione in quelle acque mozzafiato!

Siamo stati anche a Diamante (Calabria) per la fiera annuale del Peperoncino, e il caso ha voluto che le nostre vacanze coincidessero con questo evento e ovviamente non potevamo saltarlo! Durante la fiera abbiamo acquistato di tutto: caciocavallo, capocollo, nduja, spianata calabra, pane di Altamura, la nostra macchina era piena zeppa di cibo al ritorno.

Ah già, piccolo particolare: abbiamo viaggiato in auto, anche e soprattutto per essere più autonomi negli spostamenti; l’andata l’abbiamo fatta di notte, Selvaggia ha dormito tutto il tempo e non si è nemmeno accorta di tutte le regioni che ha attraversato in poche ore, mentre io confesso di aver dormito a intermittenza; il ritorno invece lo abbiamo fatto di giorno, infatti mi ero preparata al peggio, e invece i bambini sanno sempre stupirci: Selvaggia  un po’ ha dormito, un po’ ha ascoltato musica, un po’ ha cantato, solo l’ultima mezz’ora ha iniziato a piangere per la voglia di scendere dall’auto, ma come biasimarla?

Durante queste vacanze ci siamo divertiti molto, abbiamo scoperto posti bellissimi e ci torneremo sicuramente, se potessimo lo faremmo seduta stante!
Vi consiglio questi posti per le prossime vacanze in Italia, ve lo consiglio per la cucina (ho mangiato una pizza al porto di maratea che mi farà odiare tutte le altre pizze per il resto della mia vita tanta era la bontà!), ve lo consiglio per la storia, per il fascino dei panorami e per le persone che la popolano.

Il mio prossimo articolo? Credo proprio che vi parlerò del matrimonio dei miei amici, perché ci sono un po’ di cose che dovete sapere se venite dal nord e siete invitati ad una cerimonia nel sud!

Restate sintonizzate amiche! 
Barbara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...