Il mal di mamma

Il mal di mamma: nausea gravidica esperienza

Per anni ho sentito mia madre dire che avrebbe fatto anche dieci figli se non fosse stato per un piccolo particolare: soffriva di NAUSEA GRAVIDICA.
Ho pensato, ovviamente si nascondessero 1001 ragioni dietro questa scelta e che tutto sommato, l’alibi della nausea non fosse poi del tutto inappropriato.

Il 23 Agosto del 2016 poi ho scoperto che anche io sarei finalmente diventata mamma.

“Wow, uno spasso! Non mi viene neanche da vomitare” .
Ricordo di aver pensato per i primi tre giorni della mia nuova vita. Illusa!
Al terzo giorno (entravo allora nell’8 settimana gestazionale) i miei ormoni rispondevano al grido di <<SCATENATE L’INFERNO>> e da lì ragazze non sono mai più tornata indietro.

La nausea gravidica te la porti dietro, ti si attacca addosso anche quando sembra passata perché il terrore che torni è sempre più forte. Si fa per ridere, se ci pensate Machiavelli sosteneva che il fine giustificasse i mezzi. Ma io a dire il vero questi mezzi me li sarei proprio evitati.

Il fatto è che sono una mangiona da che ne abbia memoria.
Io vivo per mangiare, non mangio per vivere.
Il mio pasto preferito è sempre stato la colazione ora invece immaginatevi innumerevoli mesi nei quali non potermi avvicinare per le prime ore della giornata ad alcun tipo di alimento.
Niente, neanche l’acqua. Tutto quello di cui avevo bisogno era un sacro WC in cui vomitare.

Ma se la prima volta è stata “fattibile” perché non avevo altri da gestire (a parte i miei ormoni che ormai avevano preso sembianze umane) la seconda è stata impossibile perché mi sono di punto in bianco ritrovata a fare i conti con un esserino che mi risucchiava energie dentro ed uno che me ne risucchiava fuori ed io ne frattempo non sapevo proprio dove recuperarle per sopravvivere. La terza equivale ad una sorta di girone Dantesco dalla quale altro che Caronte, tu sei proprio certa che non ne uscirai incolume.

Il mal di mamma: nausea gravidica esperienza

Vorrei tanto essere così disonesta da dirvi: “Non preoccuparti, con la coca cola passa”;
“Stai tranquilla: mangia le caramelle allo zenzero” (per me nemiche acerrime ormai);
“Ti passerà Masticando liquirizia” (A mio avviso sembrerete solo mio nonno negli anni 80 con il rametto vintage tra le labbra) o altre assurde credenze popolari.
La verità è che la nausea gravidica non è così facile da combattere e se c’è l’hai sarà un peso insopportabile che graverà su questa tua meravigliosa esperienza.

Ma sapete qual’è l’altra verità?
È che non c’è più nessun peso.
Più nessun dolore.
Più niente di niente.
Nel momento in cui metterete al mondo vostro figlio ci sarà solo una dose di amore così grande da farvi dimenticare anche la più dura delle vostre esperienze: il trapasso da essere una donna ad essere una madre.

Parola di tris mamma.
(ah per la cronaca: MAMMA AVEVI RAGIONE!)

Benedetta

Benedetta- @mumistheceo
Benedetta
@mumistheceo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...