Prima e dopo i figli: vuoi ridere?

Prima e dopo i figli: vuoi ridere?

C’è un prima e c’è un dopo. Perché l’arrivo di un figlio rivoluziona tutto: prioritá, stile di vita, abitudini, ritmi, scelte. Tutto cambia senza sforzo, in automatico, l’amore sposta e sistema ogni cosa, dando il giusto peso a tutto. Qualche esempio?

Prima dei figli

Non ve ne rendevate conto, ma prima eravate egoriferiti, ad esempio le vacanze erano vacanze: pranzo in spiaggia, cena fuori, dormire ad oltranza, prendere il sole, leggere fino al tramonto in spiaggia. Devo andare avanti? 

Prima non c’era orario per la cena e la cena poteva essere sostituita da un lungo aperitivo. Potevi iniziare e finire una serie intera in un giorno, senza alzarti dal divano, se non per fare pipì.

Prima deidcavi 1/3 dello stipendio allo shopping, alla scarpa firmata, alla borsa in tinta. Poi avevi gli appuntamenti fissi da estetista e parrucchiere. 

Prima e dopo i figli: vuoi ridere?

La casa sempre in ordine e pulita. Tante cene, tanti amici e tanti inviti.

E dopo i figli?

Le vacanze? Ho sperimentato il delirio durante la mia prima vacanza in quattro e ho deciso che fino ai 2 anni della secondogenita non faremo più di 3 giorni al mare e con questo ho detto tutto. In vacanza con i figli ci si sveglia all’alba perché cambiano i ritmi, si va in spiaggia subito carichi di ogni gioco, crema solare e cappellino che esista e alle 11 si ha già voglia di tornare. Pranzo e cena in appartamento, sempre. Aperitivo non pervenuto. Torni dalle vacanze bianco, stanco e stressato e con la fantasia di cadere dalle scale rompendoti qualcosa per trascorrere qualche ora di relax al pronto soccorso.

Con i figli hai orari per tutto: pranzo, riposino, cena e nanna. Conosci tutte le sigle dei cartoni a memoria e puoi arrivare a guardare lo stesso cartone fino a sapere le battute a memoria.

Con i figli piccoli ogni 6 mesi cambi TUTTO il guardaroba, 1/3 dello stipendio è quello che ti resta dopo aver fatto il cambio di stagione…gli appuntamenti fissi sono: farmacia, pediatra e nonni.

La casa è sempre incasinata, rumorosa, e sporca. Zero cene, pochi amici e pochissimi inviti.

Prima e dopo i figli: vuoi ridere?

È tutto vero e reale, ma va detto anche che la vita migliora notevolmente. Un figlio ti insegna l’amore, la dedizione, l’empatia, il calore, la famiglia. 

Un figlio é gioia, semplicità, svegliarsi e pensare prima a lui, avere voglia di baciarlo, di coccolarlo, di organizzare qualcosa per la sua felicità. 

Lo stare insieme come famiglia diventa la priorità e questa conquista vale più di mille aperitivi, borse, scarpe e dormite.

Fate figli e non guarderete mai al passato con rimpianto, questa é una certezza.

Francesca

Francesca- @franzamom
Francesca
@franzamom

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...