HAPPY Natale?

Il primo natale da conviventi

Buon giorno family,
mi ritrovo qui a far colazione con un orologio che fa il suo classico “tic toc”, il cappuccino caldo e un pancake che mi ricorda il Natale! Rigorosamente a base di mela, cannella e uvetta.

Ed è proprio al Natale che sto pensando, quel periodo dell’anno in cui ho sempre preferito scappare, in cui se c’era bisogno di lavorare al ristorante o da qualsiasi altra parte mi facevo in quattro! E ora invece?
Ora qualcosa è cambiato, in realtà già dallo scorso anno: la neve, la famiglia, il piumone, l’albero, le luci.
Insomma, quest’anno lo ammetto, sia io che tutto il resto del paese siamo partiti LEGGERMENTE in anticipo con gli addobbi natalizi (al 18 di novembre avevo già l’albero a casa, ma ho le mie buone ragioni!).

Okay, faccio outing e scaccio il Grinch che c’è in me, perché sapete una cosa? Quest’anno non vedo l’ora sia Natale!

Qualche giorno fa abbiamo messo le luci sulla pianta che abbiamo in giardino, poi abbiamo messo una renna luminosa e boh, io avevo lo stomaco pieno di gioia, pieno di babbi Natale che urlavano OH OH OOOOOH , e nell’aria ho avvertito uno spirito differente!
Sarà la convivenza? Sarà che sto cambiando? Che sto invecchiando? E se invece fosse che sto tornando bambina? 
Magari sto solo lasciando spazio a del sano sentimentalismo, ma quest’anno mi voglio godere questa magica atmosfera fino all’ultimo respiro!

Mi toccherà un tour de force al lavoro, ma questo è solo un dettaglio. Di buoni propositi ne ho pieno il cellulare, come sempre!
Ma quest’anno, si, avrò “meno paura”: non credo ci sarà il timore del pranzo natalizio o del cenone, perché darò più attenzione alle persone che saranno sedute a tavola con me.
Perché amiche, la vita è così, passa TROPPO VELOCE , e spesso ci perdiamo dietro a cose futili che in quel momento riteniamo importanti, ma solo quando riusciamo a distaccarcene comprendiamo che abbiamo perso anni, mesi, settimane, per cose che non hanno senso, che non hanno valore, che non ti riempiono il cuore come può farlo un abbraccio, un sorriso, uno sguardo o semplicemente una cena con gli amici!

Non nascondiamoci dietro a problemi immaginari e dietro a stupide scuse, evitiamo di restare fermi sulla nostra barca; piuttosto, chiudiamo gli occhi e buttiamoci con uno zaino pieno zeppo di coraggio, senza pensare troppo a quello che potrà succedere. Vi fidate di me? 
Vi assicuro che riscoprirete sensazioni dentro di voi che vi lasceranno così, piacevolmente H A P P Y.

Il primo natale da conviventi - Pancakes mela e cannella natalizio

Per chi non se lo ricorda, ho sofferto per anni di disturbi legati all’alimentazione, ecco che forse adesso le mie prole prenderanno un senso compiuto ai vostri occhi.

Vivere di momenti e non di aspettative: ecco il mio augurio per tutte voi! 

Silvia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...