Gatti e bambini, si può?

Nella mia famiglia ci son sempre stati i gatti, di ogni colore e razza quindi ho sempre desiderato anche per la mia futura famiglia dei bei mici coccolosi.. Eppure nel diventare mamma, molte preoccupazioni mi son sorte continuamente: e se lo graffia? E se lo morde? E se ha qualche malattia contagiosa?

Bene, vi assicuro che prendere un gatto in realtà è stato molto positivo, quasi educativo per il nostro bambino: ho trovato una grande rassicurazione quando a casa nostra è arrivato Cuba, un bel micio rosso e bianco che il nostro bambino di 3 anni e mezzo ha subito adorato.

L’inizio è stato un pò traumatico perché nostro figlio gli lanciava addosso le sue macchinine, con l’intento di giocare ovviamente, ma il gatto scappava via e si nascondeva sotto il divano.. Ci sono voluti alcuni giorni, non tanti in realtà, per far capire con calma a nostro figlio che il gatto non è un giocattolo o uno dei suoi peluche, ma un essere vivo e fragile (pesava forse un chilo allora!) da accudire e accarezzare.. E vi assicuro che ora sono inseparabili! Mio figlio si è molto responsabilizzato verso il micio e fanno sempre il riposino accoccolati insieme. 

Gatti e bambini, si può?

Ecco i miei consigli per le mamme che desiderano un micio, ma hanno ancora qualche dubbio:

  1. Coinvolgere il bambino nelle visite veterinarie: fargli portare il trasportino, per esempio, oppure spiegargli cosa fa il dottore al gatto mentre lo visita;
  2. Comprare insieme il cibo per il gatto: nel reparto animali del supermercato ora mio figlio sta lì minuti e minuti a guardare le varie scatolette, ovviamente attirato dai colori e dalle immagini e sceglie sempre quelle con illustrato un gatto rosso, simile al nostro!
  3. Nutrire il gattino insieme: insegnare al bambino dove mettergli l’acqua e dove la sua pappa; e mostrargli che la lettiera invece è una zona solo dell’animale e da non toccare;
  4. Importantissima l’igiene dell’animale, soprattutto se sta spesso in casa occorre eseguire i vaccini necessari e assicurarsi che sia in buona salute; potete anche accorciargli le unghie con l’apposito forbicino per gatti  per evitare graffi indesiderati;
  5. Coccolarlo insieme sul divano o  prima di andare a dormire;
  6. Giocare insieme lanciando a piano palline o macchinine che il gatto si diverte a rincorrere;
  7. Quest’ultimo consiglio è diventata un’abitudine per il bimbo: aprire una scatoletta di tonno e lasciarne metà al gatto. E’ diventato automatico quando mi chiede il tonno per cena e mi diverte tantissimo vedere con quanta cura il mio bimbo lascia un pò del suo tonno al gatto!
Gatti e bambini, si può?

Quindi care mamme, non abbiate timore a dare il benvenuto ad un bel micio in famiglia, ma è anche nostro compito insegnare il suo rispetto e dedicarvi tempo e attenzioni.

Un abbraccio,
Esther

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...