Giocattoli dall’anima Zero Waste

Giocattoli dall'anima Zero Waste

L’anima del Zero Waste è il riutilizzo, la riduzione degli acquisti e il riciclaggio. Di solito osservo Matteo, quello che fa e come manipola gli oggetti e mi chiedo:

“Come potrei costruire qualcosa che possa aiutarlo
nell’attuale fase di crescita?”

Per fortuna sono ingegnosa, questo l’ho ereditato da nonno Leone, un uomo capace di trovare la soluzione ad ogni problema: credo che se si fosse trovato di fronte ad una bomba pronta ad esplodere, con una penna e un elastico l’avrebbe disinnescata più velocemente di Mc Giver!

In questi mesi Matteo ama infilare oggetti dentro altri oggetti.
Così ho inciso il coperchio di un vecchio contenitore in plastica di integratori, et voilà: lui gioca a infilare le noci!
Ovviamente le sue capacità migliorano, esercitandosi diventa più preciso, così ho prodotto un altro contenitore in cui infilare i tappi dei barattoli e adesso con la sua precisione da chirurgo infila i rigatoni di pasta in un altro recipiente che ha il buco di 1cm nel coperchio!

Quando era piccolo gli avevo creato le bottigliette sonore, ovvero riempite con materiali di diversa consistenza e colore che producono suoni differenti, e anche quelli sono stati un must per diversi mesi. Il loro scopo è la stimolazione sensoriale.

Giocattoli dall'anima Zero Waste

Questi materiali avendo un peso diverso stimolano la cinesia, oltre che la consapevolezza del movimento. Cadendo a velocità varie ed essendo colorati stimolano la vista, producendo suoni diversi stimolano anche l’udito. Ho colorato il sale grosso e fino con dei gessetti, con delle palline di polistirolo colorate trovate in un pacco ho creato la bottiglia afona, ma lui preferisce la bottiglietta casinista che ha dentro dei pupazzetti di plastica colorati. La mia preferita è quella con le lenticchie che produce un suono rilassante paragonabile a quello del bastone della pioggia!

Adesso mi sono portata avanti con la bottiglietta della calma…in vista dei terrible two. Questa bottiglietta ha lo stesso principio delle sfere di neve natalizie, guardando i brillantini al suo interno aiuta a ritrovare la calma (a volte serve più alla mamma che al bambino!). Basta mescolare acqua tiepida, colla, glitter e colore. Quando la situazione si “anima” mamma e bambino prendono questo oggetto e lasciano decantare gli animi insieme ai brillantini!

Sono super felice quando tra tutti i giochi luccicanti lui sceglie quei brutti barattoli mal-tagliati da me! Da buona nipote di Leone sto già progettando un nuovo gioco fai-da-te.

Stay tuned!!
Irene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.