Mamma ai tempi del Coronavirus

Nessuno se lo aspettava, nessuno era preparato, tutti siamo rimasti sconcertati e spiazzati: ora la parola d’ordine è stare a casa, limitare al minimo i contatti e non uscire se non per necessità urgenti.

E in tutto questo i bambini, a casa da scuola da settimane, come reagiscono?

Il mio piccolo di quattro anni è curioso e ogni giorno mi chiede come mai il suo asilo sia chiuso; Inizialmente ci siamo inventati le banalissime scuse che penso tutte noi abbiamo detto, ma ora la situazione è seria.
Non si ritorna a scuola fino al mese prossimo, e forse anche oltre!

Non è tempo di scuse e bugie, ora bisogna essere chiari e responsabili nello spiegare anche ai più piccoli ciò che sta succedendo, magari “romanzando” un pò la situazione, ma è necessario che anche i nostri piccoli sappiano cosa stiamo vivendo. Noi abbiamo raccontato di mostriciattolo cattivo, chiamato Corona Virus, come la corona di un Re, ma un Re cattivo, che si sta aggirando per le città per fare danni, e che è quindi importantissimo stare a casa. Abbiamo deciso di paragonare la casa ad un castello fortificato impenetrabile per questo brutto mostriciattolo! E i nostri eroi, che sono i medici, stanno lavorando negli ospedali per creare la pozione che sconfiggerà per sempre questo Corona Virus.

Ma come cambia la vita per noi mamme?
Possiamo imparare qualcosa da tutto questo?

Innanzi tutto dobbiamo trasmettere ai nostri piccoli l’importanza del seguire le regole, regole che hanno stabilito persone informate e preparate e necessarie per il bene di tutti. Senza creare allarmismi o paura tra i più piccini, è importante che capiscano che se i “grandi” ci hanno detto di non uscire e stare a casa, è perché è indispensabile, e dobbiamo fidarci di chi ci dà queste direttive.

È il momento giusto per spiegare quanto sia importante l’igiene personale come lavarci bene bene le mani, magari cantando insieme una canzone per tutto il tempo che ci si lava. Insegnare l’importanza della cura del proprio corpo per essere forti e in salute.

Spiegare ai nostri pupi che non siamo in vacanza, ma stiamo tutti insieme affrontando questo piccolo ma cattivo mostriciattolo, e tutti, dai bambini agli anziani, dobbiamo fare la nostra parte.

Una delle mancanze che i bimbi accusano maggiormente è il fatto di non vedere più gli amichetti, la nonna che abita lontano, il cugino che abita in un altra provincia, ma per rimediare a questo ci può aiutare momentaneamente la tecnologia con le videochiamate. Stiamo videochiamando tutti ultimamente! Magra consolazione, lo so, ma almeno vedersi ci dà un senso di vicinanza rispetto a sentire la sola voce.

Vediamo però anche ciò che di buono possiamo trarre da questa situazione: di colpo il tempo passato a casa insieme ai nostri cari ci fa riflettere di quanto corriamo tutto l’anno dietro ai nostri impegni di lavoro, costretti magari a delegare la cura dei nostri piccoli ad altri; ci affanniamo in continuazione, ed ora invece dobbiamo necessariamente fermarci. Questo ci fa riscoprire il vero valore della famiglia, l’importanza di dedicare tempo esclusivamente ai nostri cari. Sto veramente capendo quanto la vicinanza virtuale tramite social non potrà mai essere al pari della vicinanza reale ed autentica con le persone. Non c’è videochiamata, storia di Instagram, post di facebook, che possa sostituire un abbraccio reale tra due persone, tra i nostri amici, tra i nostri cari.

Eppure ora non ci è possibile far altro, se non responsabilizzarci tutti e fermarci. Riorganizziamo il nostro tempo, giochiamo con i nostri bambini, parliamo con la nostra famiglia, dedichiamoci a noi stessi e riflettiamo.

Quando si ritornerà alla normalità, penso che tutti noi saremo un pò cambiati. Rivaluteremo i nostri comportamenti, e forse impareremo ad apprezzare maggiormente ciò che abbiamo di più prezioso al mondo, e cioè la nostra libertà, che però può venire a mancare se non ci responsabilizziamo verso il prossimo.

Esther

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.