Donna al volante, paura costante

Donna al volante, paura costante

Difficile parlare di paure in un momento in cui, la cosa più istintiva, rispetto ai fatti di cronaca sarebbe lasciarsi prendere dallo sconforto e dallo spavento.

Ancor più difficile è rimanere nudi dinnanzi alle proprie fragilità e soprattutto raccontarsi senza filtri davanti agli altri.  
In Instagram e nei Social difficilmente troveremo la foto di una donna spaventata al volante della propria macchina, incapace di prendere in mano la propria vita e la propria autonomia, ma le fobie ci rendono meno perfetti e più umani.

Quindi mi chiedevo, perché non si parla di amaxofobia? Cos’é?

Beato chi non sa che è la paura di condurre un mezzo, quale l’automobile, perchè vuol dire che vive serenamente la propria quotidianità.
La mia Caption Instagram perfetta sarebbe “donna al volante, paura costante”.

Ho 34 anni e sono una donna, come tante, che ha sofferto (e un po’ ci sono ancora “affezionata”) di ansia ed attacchi di panico; nel mio caso esplosi dopo un incidente stradale importante. 
Ad oggi principalmente convivo con l’amaxofobia.

Sembra il nome di una mossa di karate, ma purtroppo parliamo di una fobia estremamente limitante e che può cambiare le scelte di Vita di una persona:  

  • Il lavoro (la vicinanza o possibilità di utilizzare o meno i mezzi di trasporto per raggiungere la sede)
  • Il luogo di residenza (sicuramente la villa in aperta campagna è meravigliosa ma non è di aiuto a chi ha problemi a spostarsi)
  • Il privato (qualsiasi tipo di interazione sociale che preveda uno spostamento diventa un vincolo per gli amaxofobici).

Un bel guaio insomma!

Lavorare con un professionista sulla propria identità e sul proprio trascorso aiuta a capire come nascano in noi certi meccanismi e certe fobie, ma ci sono dei trucchetti o meglio degli approcci che possono essere molto di aiuto (…e mannaggia! Magari l’avessi trovata io questa lista sfogliando l’internet quando disperatamente cercavo miracoli!):

  1. Acquistare/utilizzare un’automobile piccola o per neopatentati e di poco valore (Fare eventuali danni su un’auto usata e di basso valore e farli su un’auto nuova e di valore cambia e di parecchio) 😉
  2. Acquistare/utilizzare un’auto con cambio automatico (niente marce, meno ansia). 
  3. Instaurare un “rapporto” con l’auto, prima di affrontarla su strada, a partire dall’ambiente dell’abitacolo: scegliere un profumatore con un’essenza piacevole, accendere della musica (non necessariamente classica e rilassante come spesso viene consigliato, va bene qualsiasi genere che ci faccia sentire bene)
  4. I primi approcci alla guida devono essere in un parcheggio o in un piazzale isolato e con qualcuno disposto ad avere una pazienza infinita o con un istruttore ma sempre con la pazienza del Dalai Lama altrimenti non si va da nessuna parte. In tutti i sensi!

Per la mia personale esperienza ringrazio il mio bulldog francese che mi ha inconsapevolmente indotto fiducia salendo nel bagagliaio, quando facevo le prime guide, ed inzozzandolo di peli e di bava!

Così, avviene il miracolo, ovvero quando si acquisisce il coraggio (chiamiamolo così) di affrontare la macchina, la strada e la guida da soli;  
ed in merito a questo non c’è tanto da dire, se non che: BISOGNA BUTTARSI.

I primi tempi rimanevo seduta a macchina spenta ma con la radio accesa e pensavo che non ce l’avrei mai fatta. Ad oggi penso ancora che sia un mondo complesso (Le strade a doppia corsia e le autostrade sono ancora un miraggio) ma ho anche capito che è più grande la paura dell’indipendenza e di crescere, di quanta sia la paura della strada.

“Delle cose che ritenete impossibili amatene le probabilità”
(Fabio Privitera)

Un abbraccio,
Lucia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.