La mia scelta di lasciare l’Italia e contratto a tempo indeterminato

La mia scelta di lasciare l'Italia e contratto a tempo indeterminato

Chi parte lasciando l’Italia sa bene cosa lascia ma non sa quello che trova, è un salto nel vuoto, ma a volte capita di non sentirsi più nel posto giusto e allora per fortuna abbiamo la possibilità di cambiare e spostarci. È una scelta decisamente difficile e complicata, ci vuole determinazione, coraggio e ci vuole un obiettivo, perché cambierà tutto e lo scoprirai solo dopo cosa significa veramente.
Questa è la mia storia ed è un viaggio che una volta partiti si può andare solo avanti, ed è decisamente provante. 

Tutto quello che per 32 anni ho conquistato con fatica e sudore rimane parte di me, ma qui bisogna ricominciare tutto da capo.
Ora da quella partenza sono passati 2 anni e posso dire che farlo a 31 per me non è stato facile, ogni certezza che avevo conquistato qui è diventata un’incertezza , e tutto quel castelletto di sicurezze che mi ero creata in una vita intera, si è smontato in pochissimo tempo.
Qui è tutto da ricostruire. 

A cominciare dalla lingua che ci mette davanti ad un grande ostacolo. Non significa andare in vacanza e farsi capire in qualche modo per due settimane, significa studiare da zero una nuova lingua mai sentita prima, andare a scuola ogni giorno, e davanti a tante difficoltà non arrendersi mai. Imparare una lingua nuova non è come far pratica o migliorare una lingua come l’inglese che bene o male abbiamo sempre ascoltato.
Significa scrivere di nuovo tutto il curriculum, significa capire, parlare fluentemente la nuova lingua per affrontare un colloquio per convincere il datore di lavoro che sei giusta per quel lavoro. CONVINCERE. Senza una buona padronanza non riesci nemmeno a convincere te stessa, la lingua è una grande barriera all integrazione.

Sentirsi integrati nella nuova comunità e posto è veramente una lunga conquista. Qui si parla principalmente lo Svizzero, lingua parlata ufficiale che non si scrive, quindi si comincia a studiare il tedesco. Se non si parlano le lingue in questa zona geografica si hanno poche possibilità a meno che la vostra specializzazione sia veramente di nicchia. Basilea è situata in Svizzera e confina con Germania e Francia. Questo significa che le lingue parlate per lo più sono tante, svizzero, tedesco, inglese, francese. La maggior parte degli svizzeri le parla e buona parte conosce anche l’italiano, per la presenza di molti sudamericani si parla anche lo spagnolo, e questa la trovo una cosa fantastica, è una città veramente multiculturale.

Ma nel mondo del lavoro da straniero per essere considerati bisogna differenziarsi, cioè bisogna fare la differenza nel proprio settore, e mestiere. Devi saper fare qualcosa per il quale possano aver bisogno di te, altrimenti ci sarà sempre qualcuno che sarà scelto prima. Qui guadagnarsi la pagnotta è dura, come lo è anche in Italia, ma è dura in modo diverso. Se dimostri di saper fare, hai modo di crescere e far carriera, i datori di lavoro alla fine del periodo lavorativo devono scrivere l’arbeitszeugnis che è una lettera in cui spiegano come hai lavorato, e te la chiederanno nel momento in cui cercherai un nuovo lavoro.

Quello che sei e come lo fai si ripercuote nel tuo futuro in positivo o negativo. E come sempre e ovunque ci vuole anche un po di fortuna, come ad esempio essere nel posto giusto al momento giusto. Perché a volte ci si impiega anche anni prima di essere considerati. Il modo in cui lavori ti può aprire o chiudere le porte. Se lavori bene vieni referenziato. Io in italia avevo tutto, casa, auto, lavoro a tempo indeterminato, amici, e tante passioni. Ma ho scelto l’amore, quello che ti fa credere in te stessa e rimettere in gioco completamente sapevo che era la cosa giusta e poi l’ho scelto perché ero sicura, credo in lui e so quello che vale, e si merita più di quello che l’Italia può offrirgli. 

Dopo un anno di matrimonio da due paesi diversi l’ho raggiunto e dalla nostra cameretta in una casa condivisa è iniziata la nostra vita quasi a due. Sì, perché noi aspettavamo quel momento da molto tempo, precisamente da 5 anni di relazione a distanza.
È stata dura… Mi ricordo tutto per filo e per segno. 

Nel 2018 abbiamo trovato finalmente il nostro piccolo appartamentino, ci abbiamo impiegato un anno ma finalmente la nostra vita a due poteva iniziare. Ed ora siamo qui insieme, finalmente nella stessa città, io ho trovato lavoro ed ogni cosa sta prendendo il proprio posto. Anche se ogni giorno è diverso e bisogna abituarsi a non pensare da italiani, non programmare niente a lungo raggio ma godersi il momento perché chissà cosa succederà il prossimo anno. 

Se volete cercare un lavoro qui, il consiglio è quello di non lasciare l’Italia senza averlo già trovato. Cosa fondamentale adattate curriculum e portfolio agli standard svizzeri. Una volta arrivati in Svizzera dovrete registrarvi alle autorità, avrete 3 mesi di tempo per cercare lavoro dopodiché se non ci sarete riusciti dovrete tornare in Italia. Non ne vale la pena spendere soldi per cercare lavoro da qui, anche perché molte volte la ricerca di lavoro richiede anni, quindi se il vostro desiderio è partire, cercate un lavoro senza muovervi dall’italia. Vivrete sicuramente giorni più spensierati. 

Non pensate mai che sia troppo tardi per qualcosa, il cambiamento è sempre destabilizzante a qualsiasi età, dovete volerlo veramente perché solo un obiettivo preciso, la determinazione ed il coraggio vi permetterà di farcela. E seconda cosa non arrendetevi ai primi fallimenti se ci credete veramente. Perseverate, in ogni momento si può sempre tornare indietro o ricambiare di nuovo.
Nulla è perduto, e con le nuove attitudini guadagnate, avrete sicuramente più possibilità di prima. 

Un abbraccio,
Emanuela

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.