Cara mia Amica Mamma

Festa della mamma - Lettera a mia mamma - Cara mia Amica Mamma

Cara mia Amica Mamma,
 ti scrivo quello che la voce non mi ha mai permesso di dirti, anche se i nostri sguardi hanno sempre valso più di mille parole.
Quante ne abbiamo passate noi! Dovremmo scrivere un libro e chissà, forse un giorno accadrà.
Tutto credo sia iniziato quando una giovane donna di appena 16 anni, scopre di aspettare una piccola creatura. 
Non mi hai mai detto come lo hai scoperto o come ti sei sentita, ma mi hai raccontato di avermi cercata e desiderata con tutto il tuo cuore.
Chissà com’è stato il nostro primo incontro, mamma.
Non sarà stato facile, sei sempre stata da sola contro il mondo, quando poi è arrivata anche mia sorella a distanza di poco, hai dovuto mettere da parte la spensieratezza e diventare una guerriera.
Crescere due figlie sola: mi chiedo alle volte dove tu abbia sempre trovato la forza, o meglio, me lo chiedevo prima di diventare mamma, dopo ho capito.Non ti sei mai tirata indietro, nemmeno quando ti diedero la possibilità di tornare ad essere solo una ragazza, per te non era un’opzione contemplabile: eri tu la nostra mamma, noi dovevamo stare con te!
Quante volte hai dovuto dirci “no” con il cuore che ti piangeva, te che avresti voluto darci il mondo e anche di più, ma purtroppo non potevi; nonostante tutto, però, non sono mai mancati i regali di Natale sotto l’albero, torte per i compleanni, vestiti puliti e un tetto sopra la testa.
Non ci hai mai fatto pesare il dover fare tre lavori, non ti sei mai fatta vedere piena di vergogna nel dover accettare l’aiuto della parrocchia nel momento più difficile. Ma ti ho sentito, sai Mamma, quelle notte in cui eri più preoccupata, perché non sapevi come fare, perché la stanchezza era tanta e non avevi nessuno su cui appoggiarti, quei momenti solo tuoi in cui travi fuori tutto, per poi asciugare le lacrime e ritirati su come sempre.

Una guerriera è così che fa, vero mamma?
Mi hai insegnato a non mollare mai, che la vita riserva sempre qualche miracolo per farti credere che ne valga sempre la pena di andare avanti.

Festa della mamma - Lettera a mia mamma - Cara mia Amica Mamma

La mia mamma per amica, ti ricordi quando per la prima volta abbiamo visto “Gilmore Girl” e di quanto sembrava che la storia fosse stata scritta per noi? Io si, e da allora non possiamo non guardarlo senza versare qualche lacrima.

Come per loro, anche per te ad un certo punto è arrivato l’amore, travagliato all’inizio, ma vero amore, ed io non potevo chiedere di meglio. 
Papi bis, così mi piace chiamarlo, perché è lui che c’è stato quando avevo bisogno di un papà. L’uomo che ha saputo farti credere nell’amore che nome fosse solo quello per i figli, l’amore tra un uomo e una donna.
Quello che avete coronato dopo tanti anni quel giorno di Settembre, dove con un bimbo piccolo e una panza con dentro un altro miracolo, mi avete fatto piangere e scoppiare il cuore di gioia.Non potevo affidarti a uomo migliore!

Festa della mamma - Lettera a mia mamma - Cara mia Amica Mamma

Ti chiedo scusa, mamma, si ti chiedo scusa.
Quando ho scoperto di aspettare Raffy, te l’ho detto per telefono e credo di averti fatto venire un piccolo coccolone, ma anche in quell’occasione mi hai dimostrato cosa fa una vera madre: stare accanto ai suoi figli nonostante tutto e tutti, sempre.
Ci sei sempre stata, tu e Tommy avete visto insieme a me per la prima volta quel piccolo esserino che sembrava quasi volesse fare “ciao, ciao” con la manina. Sei corsa subita il giorno dopo che è nato, hai fatto chilometri per poterci vedere almeno un paio di ore e assicurarti che la tua bambina e il suo cucciolo stessero bene. Perché nonostante abbia 30 anni e 3 figli, resterò sempre la tua bambina, vero?
Ti chiedo scusa se non puoi fare la nonna come vorresti, so quanto li ami e quanto vorresti averli sempre vicini.
Ti prometto che un giorno andrà diversamente.

Cara mamma, grazie per tutto quello che hai fatto, per i sacrifici; grazie per avermi insegnato ad essere la donna che sono, a non mollare mai, ad amare intensamente e profondamente; grazie per essere stata la mia mamma, la mia mamma per amica.
Nonostante tutta la sofferenza, ripeti sempre con orgoglio che rifaresti tutto allo stesso modo, se questo significasse poterci avere: cos’è questo se non Amore?

Grazie Mamma, grazie per avermi donato la vita e tutto l’amore del mondo (e forse anche di più).

Ylenia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.