Tra il bene e il male, scelgo la speranza.

Tra il bene e il male, scelgo la speranza.

Basta accendere la TV o aprire il giornale, leggere le notizie sui social media, e si viene bombardati da notizie ed immagini terribili, soprattutto ora a causa del Corona virus.

Malattie, guerre, ingiustizie, violenza, maltrattamenti, povertà, e si entra in un vertice di dolore, di buio.
Ogni giorno, almeno una volta al giorno, mi prende questo pensiero che é ormai un chiodo fisso da prima che l’emergenza che viviamo cominciasse: perché tante tragedie? Come si puó cambiare un mondo molto più grande di noi ? Come si può porre fine a questo male diffuso, infinito, per una sola persona?

Poi succede una sciocchezza; uno sconosciuto che mi chiede se ho bisogno di aiuto ad entrare nel portone del palazzo col passeggino, senza che io abbia chiesto nulla, o che torna indietro per bloccare le porte del treno per farmi entrare all’ultimo secondo, la signora che vede il moi bambino piagniucolare e gli si avvicina per distrarlo e farlo sorridere, e mi dico che il bene inizia da qui, dalle piccole cose, e che il mondo ne é più pieno di quel che crediamo.

Ci sono tante persone che ogni giorno fanno qualcosa per gli altri, che donano la loro gentilezza, il loro tempo, e anche il loro denaro (perché in alcuni casi anche quello serve, eccome!) per aiutare il prossimo in difficoltà.
Il bene e il male convivono, si sfiorano, si mischiano a volte, e non riusciamo a distinguerli, ma ho imparato che se ci si concentra solo sulle cose negative di questo mondo, non ci può essere speranza.

È vero, ci sono tanti bambini che vengono abbandonati e maltrattati, ma ci sono anche tenti angeli in terra che si prendono cura di loro, che li salvano, vanno dall’altra parte del mondo per adottarli, e anche se non possono salvarli tutti, ogni vita é un miracolo ed è sacra.
È vero, c’é la guerra, ma ci sono persone pronte a rischiare la loro vita per curare, aiutare con cibo e riparo tanta gente i quei Paesi dilaniati.

Ci sono malattie terribili, ma ci sono anche persone che dedicano anni del loro lavoro per combatterle, per trovare la cura più adatta, per dare una nuova, migliore vita a chi ha avuto la sfortuna di ammalarsi.
Queste persone sono persone normali che hanno deciso di fare grandi cose, invece di starsene in un nascondiglio a lamentarsi!

È vero, ci sono cose troppo grandi per persone comuni come me che vorrebbero mettere fine a tutto il male del mondo, ma credo che già il saper distinguere il bene dal male sia il primo passo verso il bene.
Nel quotidiano faccio del io meglio per lasciare quante più tracce di bene che di male sul mio cammino e di essere un esempio per moi figlio, e poi mi chiedo : “Forse così sto già facendo qualcosa di buono per questo mondo?

Cercherò di insegnare a mio figlio cosa é il bene e cosa é i male e gli effetti di entrambi, cercherò di fargli vedere perché é importante fare piccoli gesti per aiutare gli altri, perché il bene inizia dalle piccole cose.

Il male non é solo nelle guerre e nelle violenze in Paesi lontani da noi.
Il male può iniziare dalle pareti di casa, dall’astio che a volte nasce tra persone che hanno lo stesso sangue, nelle incomprensioni e nel voler aver ragione a tutti i costi.
Il male nasce nell’ignorare le esigenze degli altri e nel mettere le proprie al primo posto, senza cercare di capire i malesseri di chi ci é piú vicino
Il male inizia con il cattivo umore, nell’essere bruschi, distratti alle richieste di attenzione di chi ci ama.

Se ci sentiamo impotenti di fronte al male del mondo, iniziamo da queste cose più semplici, per poi cercare di fare qualcosa per chi soffre anche lontano da noi.
Io tra il bene e il male, scelgo la speranza, quella di sapere che ci sono tanti diavoli in terra a disperdere odio, ma anche tanti angeli pronti a fare piccole e grandi cose per gli altri e perché il bene abbia la meglio.
E io ho scelto di provare ogni giorno nel mio piccolo a fare parte di questi ultimi.

Emanuela

Emanuela- @nellamiavita_e_nellamiatesta
Emanuela
@nellamiavita_e_nellamiatesta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.