A me sei stato simpatico, 2020

A me sei stato simpatico, 2020

A me sei stato simpatico. 

Lo so che tutti aspettano la Mezzanotte per cacciarti a calci in culo dalle loro vite, ma tu sei stato un anno inaspettatamente sorprendente. 
Mi hai dato tanta di quella soddisfazione, che non vedevo da anni! E me l’hai servita così in poco tempo che per l’emozione manco me la sono goduta bene!!!!

Innanzitutto, ti ringrazio perché – già nei tuoi primi due mesi di vita- mi hai fatto sentire una di quelle bellissime attrici hollywoodiane da Film americani, in cui ci scappa la pandemia mondiale. Il mondo si ferma e si cerca un vaccino per salvare l’Umanità.

Ecco, io per un attimo mi sono sentita una specie di Will Smith al femminile in “Io sono leggenda”.

E quando mi ricapita più?
E quando mi sentirò una bonazza attrice anche in tuta e in pigiama?
E, soprattutto, quando mi ricapiterà più di stare chiusa per due mesi a parlare con i muri? 

Mi ricordava vagamente qualche scena del film Ragazze interrotte. Ovviamente io ero Angelina Jolie. 

Che poi quando è uscito il primo DPCM e il Conte Dracula (come lo chiamano i miei figli) ci ha messi tutti in quarantena, era il giorno del mio compleanno. Pure sto regalo mi hai fatto! 

Avevo preparato una cena con tutti i miei amici ma il lockdown mi ha visto sola, in casa, con due bambini di 5 anni. Una torta.
E il numero 35 su cui soffiare. 

Allora sai che ho fatto? Ho organizzato una mega chiamata di gruppo, ho realizzato inviti davvero originali – inviati su whatsapp – e ho espresso il mio desiderio mentre i miei amici intonavano la classica canzoncina. 

E, niente, mi sono sentita felice così. Amata. Fortunata. 

Pensa che questo è il primo anno della mia vita in cui stranamente non ho sfanculizzato nessuno!!! 
Mi sento orgogliosa di me stessa. Profondamente “adultizzata”. 
In fondo, in quei giorni di solitudine ho imparato a disinnescare le bombe, anche perché quando non puoi litigare con nessuno, rischi di mandare a fanculo te stessa per crisi di astinenza! 

Mi sembrava un peccato mandarmi a quel paese da sola… 
Tanto che per disperazione ho aspettato che qualcuno lo facesse per me. 

Invece no. 

Invece, ho ritrovato la proiezione di me stessa nelle piccolezze del mio ieri. 

E così, mentre Conte mi parlava di “Congiunti”, io mi sono ricongiunta agli altri. 
Alle amiche da cui mi ero allontanata. 
Al padre dei miei figli. 
Ai parenti lontani. 
Al mio cuore. 

E con grande stupore ho riso. E ho davvero riso tanto. 
Perché una risata, una di quelle genuine e vere, se ben condivisa, vale più di mille abbracci. 

E poi mi sono laureata in lettere classiche (finalmente), per la gioia di mia madre che ci sperava dal 2004.
E poi mi sono catapultata in situazioni strambe, ma belle. 
E poi ho perdonato. 
E poi ho accettato. I compromessi. Ma a 35 anni vanno bene anche quelli. Servono per andare avanti. 
E poi mi sono rimessa nuovamente in discussione come donna. Perché una donna, una mamma single, ci riprova sempre ad aprire il suo cuore. E si ferisce di nuovo? Fa niente, sarà un’altra cicatrice indelebili. O, come li chiamo io, i miei tatuaggi sentimentali. 

Ho persino consigliato al padre dei miei figli di scaricarsi Tinder (e, vabbè, qua sta tutta la mia vera grandezza!). 
Ho persino accettato di farmi allungare i capelli ( e qui sta la mia vera perseveranza). 
Ho persino trovato una notifica di messenger su Facebook, una mattina qualunque di quest’anno, e ho aperto l’audio di una mia amica (una di quelle che anni fa ho perso nei vari sfanculamenti) che mi faceva ascoltare  Il Cielo è sempre più blu di Rino Gaetano dalla radio. E chi mi conosce sa quanto amo Rino. 

Ecco, in quell’audio e in quel gesto c’è tutto il mio 2020.
Perché anche se ci ha negato tutto. 

Ci ha reso fragili o vulnerabili. 
Ci ha fatto incazzare. Vacillare. Perdere ogni certezza, rimane invariato il fatto che Faber est suae quisque fortunae (ognuno è artefice della propria fortuna). 

E in fondo, non sarà di certo una pandemia a fermare le persone che camminano sotto questo immenso cielo. 
Buon 2021, Mamas, che il vostro cielo sia sempre più blu! 

Un abbraccio,
Valeria

Valeria- @nereide2.0
Valeria
@nereide2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.