LA RINASCITA DI UNA MAMMA SINGLE

Da quando sono diventata una mamma single, il mondo ha assunto un aspetto diverso.

Vedo gli occhi della gente che mi guardano diversamente, come se aspettassero un mio errore, come se fossi una funambola e stessi per precipitare da un’altezza spaventosa.

Non posso nascondere che, in effetti, io mi sento un po’ equilibrista allo sbaraglio, guardo avanti sperando di non cadere nel vuoto, anche se ciò che mi spaventa maggiormente non è l’altezza, bensì la sensazione d’instabilità. 

Sapere di non avere ad oggi la stabilità che vorrei, mi destabilizza in maniera inspiegabile, ma allo stesso tempo sto interiorizzando il gusto della leggerezza, il bello di procedere convinta senza guardare in mille direzioni.

Non so se è causa di questo mio attuale stato dell’essere che ho l’impressione che la gente mi guardi stranita, o forse sono io che mi sento gli occhi di tutti addosso perché devo sempre fare i conti con il mio giudice interiore.

Magari gli altri mi crederanno pazza, ma sinceramente perché dovrebbe importarmi?

Ho sempre cercato di essere perfetta per tutti, di aiutare tutti, di essere all’altezza di tutti, quando invece dovevo solo bastare a me stessa. 

Se solo l’avessi fatto prima, chissà quali innumerevoli benefici avrei apportato alla mia vita e a quella di mio figlio!

Mi sono convinta di aver raggiunto, almeno in parte, quello stato di coscienza e leggerezza necessaria per farmi guardare la vita con occhi diversi, per farmi trascorrere giornate tranquille.

No, non sono una mamma screanzata che non pensa a suo figlio! Anzi, al contrario, penso che qualsiasi mia azione o non azione possa influire su di lui, ma credo anche che prima di essere madri siamo donne, perciò mi concedo di gioire per un messaggio inaspettato, per una conoscenza improvvisa o per una giornata di neve; credo di meritarmelo, e anche mio figlio si merita una mamma felice.

Chissà se gli occhi che mi sento addosso in realtà vedono in me qualcosa che per anni era assopito.
Mi auguro che vedano una mamma che prima di tutto si sta riscoprendo donna.

Credo che spesso non ci accorgiamo di vivere momenti felici, e ce li lasciamo scivolare addosso, questo perché siamo talmente concentrati su altro da non rendercene conto: poi però ci lamentiamo perché la felicità non arriva.

Ho imparato, a mie spese, che se ti poni alla vita con leggerezza e gioia, lei di rimando ti fa avere piccoli momenti di felicità. 
E dobbiamo nutrirci di quelli. Sono attimi effimeri che passano in fretta, ma se sappiamo cogliere la loro vera essenza allora sapremo finalmente vivere la vita con uno spirito diverso.

Di cose brutte ne è pieno il mondo, e di certo non svaniranno soltanto perché succede una cosa bella. Sta però a noi dare più importanza al momento felice per farci trasportare da quella sensazione, per poter donare a noi stessi e a chi ci circonda la forza per sorridere alla vita.

Mamme e donne single o in coppia, siate leggere. Amatevi e amate la vita con profonda leggerezza!

Erika

Erika - @eki2127
Erika
@eki2127

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.