La continua corsa contro il tempo

La continua corsa contro il tempo

In tempi non sospetti, poco prima di aver annunciato la sua dolce attesa, Silvia si concedeva un po’ di pace per mettere nero su bianco i suoi pensieri. Come non rispecchiarsi nelle sue parole? Quante di noi sono abituate a correre contro il tempo senza assaporarsi mai il presente? Poi però arriva qualcosa o qualcuno che ci mette davanti alla realtà delle cose, e restare fermi e in ascolto diventa davvero prezioso, quasi come una nuova vita che cresce da dentro. Una continua corsa contro il tempo!

Giornata Internazionale della Famiglia

Giornata Internazionale della Famiglia

“La Giornata Internazionale della famiglia si celebra ogni anno il 15 maggio. Proclamata dall’Assembla Generale delle Nazioni Unite nel 1994, riflette l’importanza che la comunità internazionale attribuisce alla famiglia”. Whatmamadidnext a sua volta celebra la famiglia con le parole di Pamela @un_viaggioversodi_se che sono ricche di verità e poesia, ma anche di suggerimenti. Prendetevi un momento per leggere, e poi un foglio e qualche colore, qualche matita, o chissà, una penna: il resto verrà da sé!

Il MULTIPOTENZIALE che c’è in te

Il MULTIPOTENZIALE che c’è in te

Abbiamo ricevuto questo articolo dalla nostra contributor @lucia.francescato e abbiamo pensato che fosse il giorno perfetto per pubblicarlo: multipotenzialità, avete mai letto qualcosa a riguardo? Oggi ricorre la festa dei lavoratori che ha origini ben più profonde del tema che andremo a toccare, ma ecco un assaggio di ciò che leggerete: “Ti è mai stato chiesto cosa vorresti fare da grande? E ti è mai stato chiesto in un’età in cui teoricamente avresti già dovuto essere grande? Se ti è capitato di sentirti come se non avessi ancora trovato la tua vocazione nel mondo del lavoro, converrai con me in queste due scuole di pensiero” Clicca nel link per leggere il resto! E se anche tu fossi un multipotenziale?

30 ANNI, VINCENTI E SEDUCENTI!

30 ANNI, VINCENTI E SEDUCENTI!

“A giugno compirò 30 anni e, come anticipato, a 14 anni mi domandavo spesso dove sarei stata a 30 anni, con chi mi sarei fidanzata o sposata, se avrei avuto dei figli, che lavoro avrei fatto. Fantasticavo su me stessa, spesso e volentieri”. Leggere parole così ricche di consapevolezza e felicità fa bene al cuore. Barbara a breve festeggerà i suoi trent’anni, ed ecco cosa direbbe alla ragazzina adolescente che era. E tu che stai leggendo, cosa diresti alla “vecchia” te?

Dietro lo spettro dell’autismo

Dietro lo spettro dell’autismo

Giornata mondiale per la consapevolezza sull'autismo 2020 Sara ci teneva a scrivere qualcosa in occasione di questa giornata, e quando abbiamo letto le sue parole abbiamo capito perché. Ci ha inoltrato la sua mail e l’ha accompagnata da un “Buongiorno amiche, vi lascio il mio racconto e il mio cuore”. L’abbiamo letto con gli occhi di donne, con il cuore di mamme e ci siamo commosse, e quel cuore l’abbiamo sentito tutto. Dedicato a chi convive con l’autismo, dedicato a chi non sa, a chi non immagina, a chi ha voglia di conoscere e comprendere. Ora prendetevi un attimo, sedetevi e leggete: le parole scritte con il cuore meritano lentezza e presenza d’animo, meritano umiltà e accoglienza. Grazie Sara

Siate orgogliosi delle vostre origini

Siate orgogliosi delle vostre origini

Lo scorso 21 marzo si è celebrata la giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale. Citiamo fonti web: "La data del 21 marzo è stata scelta per ricordare quando il 21 marzo del 1960, in Sudafrica, in pieno apartheid, la polizia ha aperto il fuoco su un gruppo di dimostranti di colore uccidendone sessantanove e ferendone 180. Questo, è tristemente ricordato come il massacro di Sharpeville". Oggi mamma.alla.prova ci parla delle sue origini e di quanto essere stata discriminata sin da bambina, l'abbia resa la donna realizzata e fiera che è oggi. Un tema tanto vecchio quanto terribilmente attuale, che vogliamo trattare attraverso l'esperienza di chi si racconta per dare ulteriori spunti di riflessione e dibattito. Buona lettura!

Avrei voluto per te un mondo all’altezza dei tuoi sogni

Avrei voluto per te un mondo all’altezza dei tuoi sogni

La mente non si ferma mai, la paura prende il sopravvento e lo sconforto è dietro l’angolo: unico punto fermo? I nostri figli. Grazie a loro ci reinventiamo giorno per giorno, e grazie a loro non abbiamo nemmeno il tempo di pensare a ciò che sta succedendo, tranne quando arriva la sera e i sogni si confondo con al dura realtà. Ecco una lettera a cuore aperto firmata da mamma Fatima, per la sua bimba ma non solo, una lettera per tutti i bimbi! Oggi tra l’altro Fatima festeggia il suo compleanno, le facciamo sentire tutto il nostro calore travolgendola di auguri? BUON COMPLEANNO!